Giovedì 31 maggio 2012

Commercialista condannato per dichiarazione infedele. Il contribuente paga comunque la maggiore imposta e gli interessi

a cura di: eDotto S.r.l.
Con sentenza n. 8630 depositata il 30 maggio 2012, la Corte di cassazione ha respinto il ricorso presentato da un contribuente avverso la statuizione con cui le Commissioni tributarie, provinciale e regionale, avevano ritenuto legittimo un accertamento che gli era stato notificato in conseguenza dell’infedele dichiarazione presentata dal proprio commercialista e per la quale quest’ultimo era stato denunciato e penalmente condannato.

Secondo la Suprema corte, in particolare, la condanna penale comminata al professionista non esimeva il contribuente dal pagamento della maggiore imposta dovuta né dal versamento degli interessi legali nel frattempo maturati. Da escludere, solamente l’applicazione di eventuali sanzioni in considerazione dell’esimente appositamente sancita nello statuto del contribuente.
Fonte: http://appinter.csm.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS