Mercoledì 26 dicembre 2012

Codice delle leggi antimafia. Pubblicato il decreto integrativo e correttivo

a cura di: TuttoCamere.it
Per le associazioni e società di qualunque tipo, anche prive di personalità giuridica, la documentazione antimafia dovrà essere riferita anche ai soggetti membri del collegio sindacale o, nei casi contemplati dall'articolo 2477 del codice civile, al sindaco, nonchè ai soggetti che svolgono i compiti di vigilanza di cui all'articolo 6, comma 1, lettera b) del D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231.
Per le società costituite all'estero, prive di una sede secondaria con rappresentanza stabile nel territorio dello Stato, la documentazione antimafia dovrà riferirsi a coloro che esercitano poteri di amministrazione, di rappresentanza o di direzione dell'impresa. Viene così colmato un “vuoto” del Codice che, attualmente, consente di effettuare tali verifiche soltanto nei confronti degli operatori economici con sede legale o secondaria nel territorio dello Stato.
Per le società di capitali concessionarie nel settore dei giochi pubblici la documentazione antimafia deve riferirsi anche ai soci persone fisiche che detengono, anche indirettamente, una partecipazione al capitale o al patrimonio superiore al 2%, nonché ai direttori generali e ai soggetti responsabili delle sedi secondarie o delle stabili organizzazioni in Italia di soggetti non residenti. Nell'ipotesi in cui i soci persone fisiche detengano la partecipazione superiore alla predetta soglia mediante altre società di capitali, la documentazione dovrà riferirsi anche al legale rappresentante e agli eventuali componenti dell'organo di amministrazione della società socia, alle persone fisiche che, direttamente o indirettamente, controllano tale società, nonchè ai direttori generali e ai soggetti responsabili delle sedi secondarie o delle stabili organizzazioni in Italia di soggetti non residenti.
Sono queste alcune delle modifiche apportate dal D.Lgs. 15 novembre 2012, n. 218 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 290 del 13 dicembre 2012), recante modifiche al Codice antimafia (D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159).
In particolare, il decreto correttivo, all'articolo 3, nell'apportare modifiche all'art. 86 del codice, stabilisce che la comunicazione antimafia ha una validità di sei mesi dalla data dell’acquisizione, mentre l’informazione antimafia ha, di regola, una validità di dodici mesi dalla data dell’acquisizione.
Fonte: http://www.tuttocamere.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report