Giovedì 4 marzo 2010

Cause di lavoro: tentativo di conciliazione non piu' obbligatorio

a cura di: eDotto S.r.l.
Il Senato, nella seduta del 3 marzo scorso, ha approvato, in via definitiva, il Disegno di legge “collegato lavoro” che era stato messo a punto dal Governo insieme alla Finanziaria 2008. Il nuovo testo normativo contiene, tra le altre, anche importanti novita' in materia di controversie di lavoro.

In primo luogo, si ha l'abolizione del tentativo obbligatorio di conciliazione. Da necessario, quale condizione di procedibilita' della domanda giudiziale, il tentativo diventa ora facoltativo ed esperibile seguendo varie forme dinanzi ad organismi conciliativi diversi: tentativo di conciliazione davanti alle Commissioni presso la direzione provinciale del lavoro o ricorso ad un collegio di conciliazione ed arbitrato formato da un rappresentante per ogni parte ed un presidente scelto in accordo tra le parti; in base alle nuove previsioni, infatti, qualora sia previsto dai contratti collettivi, e' possibile che datore e lavoratore stabiliscano clausole compromissorie per demandare la soluzione delle controversie anche ad un collegio arbitrale.

Altra importante novita' riguarda l'impugnazione del licenziamento: la causa va iniziata, a pena di inefficacia, entro 180 giorni dalla scadenza dei 60 previsti per l'impugnazione al datore tramite missiva. Infine, diventa vincolante, per il giudice, l'accertamento effettuato in sede di certificazione dei contratti di lavoro.
Fonte: Il Sole 24 Ore, p. 3 – Riforma-soft per welfare e lavoro - Colombo
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali