Mercoledì 25 agosto 2010

Cassazione penale: confisca dei beni a tutto campo

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di cassazione, seconda sezione penale, con sentenza n. 32273 del 234 agosto 2010 ha stabilito un principio di diritto, in tema di confisca dei beni provenienti da attivita' criminose, secondo cui anche in caso di estinzione del reato il giudice puo' disporre l'accertamento, ai fini dell'applicazione della confisca, sulle cose oggettivamente criminose per loro estrinseca natura (art. 240, comma 2, n. 2, c.p.) nonche' su quelle considerate tali dal legislatore per il loro collegamento con uno specifico reato (art. 240, comma 2, n. 1, c.p.).

Tale pronuncia si pone in evidente contrasto con quella enunciata dalla Cassazione a sezioni unite nel 2008, n. 18834, che invece riteneva impossibile disporre la confisca delle cose costituenti il prezzo del reato, prevista obbligatoriamente dall'articolo 240 c.p., comma 2, n. 1, nel caso di estinzione del reato.

Il nuovo indirizzo fissato dalla seconda sezione penale parte dalla considerazione che deve essere comunque assicurata la sottrazione dei beni che costituiscono proventi di reati indipendentemente dalla effettiva condanna del reo. E' pero necessario che il giudice, prima di disporre la confisca, accerti la effettiva responsabilita' penale dell'imputato.

Si aggiunge che la misura di sicurezza della confisca persegue il duplice fine di colpire il soggetto che ha acquisito i beni in modo illecito e di eliminare dal contesto commerciale valori patrimoniali che sono originati da attivita' criminose. Pertanto permanendo il rapporto di derivazione dei beni con il reato contestato, anche in presenza di prescrizione del reato, e' possibile disporre la confisca ex art. 240, comma 2, n. 1, c.p., ostacolando cosi' la loro reimmissione nel circuito economico.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 25 - La prescrizione non impedisce la confisca - Galimberti
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web