Martedì 29 novembre 2011

Cassazione e Consiglio di stato discordanti sul termine delle cause di servizio

a cura di: eDotto S.r.l.
Con sentenza n. 23610 depositata lo scorso 11 novembre 2011, la Corte di cassazione si è pronunciata in materia di causa di servizio e di equo indennizzo per il soggetto che si sia infortunato durante lo svolgimento dell’attività lavorativa.

Secondo i giudici di legittimità, in particolare, per azionare le relative cause non sarebbe sussistente alcun termine perentorio essendo sufficiente, a prescindere dal decorso dei 6 mesi, solo il nesso causale tra l’evento occorso durante il servizio e l’insorgenza della patologia.

Tale pronuncia si pone in contrasto rispetto ad un recente parere del Consiglio di stato – n. 23610 del 21 novembre 2011 – con cui, per contro, è stato affermato che, in ogni caso, resta fermo il periodo di 6 mesi, trascorso il quale il diritto il riconoscimento della causa di servizio è dell'equo indennizzo decade. In tale contesto, il termine di decorrenza va individuato nel giorno in cui il lavoratore infortunato venga a conoscenza del collegamento tra la patologia di cui soffre e l'infortunio che gli è capitato sul lavoro.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali