Mercoledì 23 dicembre 2015

Beni del rappresentante confiscabili quando è consapevole della frode

a cura di: FiscoOggi
Anche la società rappresentata dall'indagato, destinataria finale dell'operazione dolosa perpetrata dalla cartiera, ne trae "profitto" fiscale, pur pagando effettivamente le merce.

I beni personali, mobili e immobili, del legale rappresentante della società che ha utilizzato le fatture false emesse dalla cartiera sono passibili di sequestro preventivo, funzionale alla confisca, se risulta il suo coinvolgimento attivo nella frode carosello.
È quanto affermato dalla Corte di cassazione con la sentenza 46857 del 26 novembre 2015.
 
La vicenda
Il Tribunale del riesame confermava il decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip, funzionale alla confisca per equivalente dei beni personali (immobili, mobili, disponibilità finanziarie) dell'imputato per il reato di dichiarazione fraudolenta ai sensi dell'articolo 2 del Dlgs 74/2000, per avere questi, in qualità di legale rappresentante della società a valle destinataria della merce finale, nell'ambito della frode carosello perpetrata, con più atti esecutivi del medesimo disegno criminoso, al fine di evadere le imposte sul valore aggiunto, utilizzato fatture per operazioni soggettivamente inesistenti, registrandole nelle scritture contabili obbligatorie e indicandole nella dichiarazione Iva dei periodi d'imposta di riferimento.


Fonte: http://www.nuovofiscooggi.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali