Mercoledì 9 settembre 2009

Bancarotta: nel capo di imputazione non e' necessario indicare le singole voci distratte

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di cassazione, con sentenza dell'8 agosto scorso, la n. 32177, ha respinto il ricorso presentato dal presidente di una S.r.l. contro la sentenza di condanna impartitagli per bancarotta patrimoniale e documentale. A detta dell'uomo, la decisione impugnata faceva riferimento ad un capo di imputazione impreciso - in quanto non erano state indicate le voci patrimoniali distratte – e si basava sulla considerazione di scritture contabili non inesistenti o false ma, al massimo, incomplete. Di diverso avviso i giudici di legittimita', secondo cui, poiche' le norme sulla bancarotta fanno riferimento al patrimonio nella sua valenza complessiva e non sui singoli componenti, e' adeguata, in proposito, una contestazione dell'addebito che riguardi un insieme o un intero patrimonio, senza fornire il dettaglio dei singoli componenti. Inoltre, continua la Corte, si ha bancarotta fraudolenta anche quando gli accertamenti sono particolarmente difficoltosi e non solo quando la ricostruzione patrimoniale sia impossibile per mancanza di scritture contabili.

Eleonora Pergolari
Fonte: Il Sole 24 Ore, p. 39 – Bancarotta con piu` flessibilita` - Negri
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS