Venerdì 21 maggio 2010

Attenuante a chi collabora offrendo "il patrimonio delle proprie conoscenze"

a cura di: eDotto S.r.l.
Con sentenza n. 19082 del 20 maggio, la Cassazione, intervenendo in materia di attenuante in favore del reo che collabori con la giustizia, ha spiegato che tale diminuzione deve essere comunque concessa all'imputato che abbia offerto tutto il suo patrimonio di conoscenze per evitare che l'attivita' delittuosa sia portata a conseguenze ulteriori.

In particolare, non e' richiesto necessariamente il risultato consista nella sottrazione di rilevanti risorse al mercato. Una contraria interpretazione – si legge nel testo della decisione - condurrebbe, infatti, “a riconoscere l'attenuante soltanto a chi e' inserito in circuiti criminali rilevanti e piu' pericolosi e si e' macchiato di crimini piu' gravi”.

Sulla base di detto assunto, i giudici di Cassazione hanno cassato, con rinvio, la decisione con cui i giudici di merito avevano escluso l'applicazione dell'attenuante della collaborazione in favore di un imputato per spaccio che aveva indicato il proprio fornitore e permesso il sequestrare delle sostanze stupefacenti, in considerazione del fatto che il suo contributo non era servito a “sottrarre importanti risorse al traffico di stupefacenti” e a “scompaginare” l'organizzazione criminale.
Fonte: CORTE DI CASSAZIONE – SENTENZA N. 19082 DEL 20 MAGGIO 2010
Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report