Venerdì 29 gennaio 2010

Atp anche nel corso di procedimento arbitrale

a cura di: eDotto S.r.l.
E' incostituzionale l'articolo 669-quaterdecies del Codice di procedura civile, nella parte in cui esclude la possibilita', in caso di clausola compromissoria, di compromesso o di pendenza di giudizio arbitrale, di proposizione della domanda di accertamento tecnico preventivo al giudice che sarebbe competente a conoscere del merito.

E' quanto statuito dalla Corte costituzionale nel testo della sentenza n. 26 del 28 gennaio 2010 con riferimento alla questione di legittimita' costituzionale sollevata dal Tribunale di La Spezia per asserito contrasto, della norma di specie, con gli articoli 3 e 24 della Costituzione. Per il Supremo collegio, in particolare, l'esclusione prevista nell'articolo 669- quaterdecies del Codice di procedura civile  risulta del tutto irragionevole in quanto si risolve si in un mero pregiudizio per la parte che intenda far valere le proprie ragioni. Inoltre, la previsione contestata viola anche il diritto di difesa: l'impossibilita' di attivare l'accertamento tecnico preventivo in caso di controversia devoluta ad arbitri compromette, infatti, il diritto alla prova per le parti, data la possibile alterazione dello stato dei luoghi o di cio' che si vuole sottoporre ad accertamento tecnico.
Fonte: CORTE COSTITUZIONALE – SENTENZA N. 26 DEL 28 GENNAIO 2010
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali