Lunedì 20 dicembre 2010

Associazione per delinquere anche in tre

a cura di: eDotto S.r.l.
Con sentenza n. 41528 del 2010, la Terza sezione penale della Cassazione ha respinto il ricorso presentato dal gestore di una ricevitoria di scommesse sportive che era stato condannato, insieme ad altri due soggetti, per il reato di associazione per delinquere. L'uomo era stato accusato di aver posto in essere, con reiterate condotte, un giro di puntate clandestine all'interno della ricevitoria.

Secondo la difesa del ricorrente, tuttavia, era da escludere, nella specie, l'esistenza di un'organizzazione associativa, e ciò in considerazione dell'assenza di un'articolata predisposizione di mezzi e di persone.

Diversa la posizione dei giudici di legittimità, secondo cui anche un'organizzazione rudimentale e la collaborazione di pochi complici può essere utile alla configurazione del reato di associazione per delinquere. In particolare, sul numero di persone necessarie per la configurazione dell'associazione criminale, i giudici di legittimità rinnovano quanto già concluso con sentenza n. 34043/06 ai sensi della quale perché possa ritenersi sussistente il reato di specie è sufficiente la presenza di sole tre persone.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS