Mercoledì 10 giugno 2015

Assicurazioni: dal 1 giugno 2015 l'attestato di rischio è solo digitale

a cura di: TuttoCamere.it
Per le polizze in scadenza dall'1 luglio 2015, l'attestato di rischio diventa digitale e l'assicurato non dovrà più inviarlo alla compagnia di assicurazione.

Dal 1 giugno 2015, infatti, il documento che attesta la classe universale di appartenenza dell'assicurato e il numero degli incidenti avuti negli ultimi anni, sarà solo online.

A confermarlo è l'IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) con il regolamento n. 9 del 19 maggio 2015, recante la disciplina della banca dati attestati di rischio e dell'attestazione sullo stato di rischio, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2015.

Con l'emanazione di questo Regolamento - scrive l'IVASS nel comunicato stampa del 21 maggio 2015 - si conclude la prima fase del progetto "dematerializzazione dell'attestato di rischio". Essa è frutto di un proficuo confronto con gli operatori del mercato, imprese ed intermediari, e con le associazioni dei consumatori, nonché dei numerosi contributi offerti in sede di pubblica consultazione (si vedano gli esiti pubblicati sul sito dell'IVASS).

E' prevista una seconda fase che consentirà di passare dall'attestato di rischio c.d. "statico" (che fotografa la situazione corrente) all'attestato "dinamico", generato nel continuo dal sistema, così da renderlo più aggiornato, ancora più efficace per il contrasto dei fenomeni elusivi, meglio armonizzato rispetto alle situazioni degli altri Paesi UE.

Il contraente dunque, non ricevendo più l'attestato cartaceo, non dovrà neppure più consegnarlo alla compagnia per la stipula di una nuova polizza assicurativa, ma sarà la compagnia a collegarsi alla suddetta banca dati e scaricarlo telematicamente.
L'obbligo della compagnia precedente è quello di caricare l'attestato di rischio nella banca dati e renderlo disponibile sul proprio sito web a disposizione del cliente, che potrà visionarlo accedendo con le proprie credenziali d'accesso nell'apposita area riservata.

Inoltre, su richiesta dell'assicurato, la compagnia deve altresì inviarlo via mail, oppure ancora mediante Whatsapp o attraverso altre applicazioni per tablet o smartphone, e persino può essere inviato tramite la messaggistica di Facebook.
E non solo. Sempre su richiesta del contraente, a differenza di quanto avviene oggi, è prevista la possibilità del rilascio di un duplicato dell'Attestato di rischio a persona diversa (ad es. al proprietario del veicolo, nel caso in cui sia diverso dal soggetto che ha stipulato la polizza assicurativa).

In ogni caso, per chi ha poca dimestichezza con le nuove tecnologie, la compagnia di assicurazione deve garantire comunque a chi ne fa domanda la stampa cartacea dell'attestato ma non la consegna a domicilio.

Per scaricare il testo del Regolamento IVASS n. 9/2015 clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS