Lunedì 20 giugno 2016

Assicurazioni - Al via il nuovo Archivio integrato antifrode (AIA) - Adottato dall'IVASS il regolamento per prevenire i comportamenti fraudolenti

a cura di: TuttoCamere.it

E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 134, del 10 giugno 2016, il Provvedimento n. 23/2016 del 1° giugno 2016, con il quale l'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS) ha adottato il regolamento recante la disciplina della banca dati sinistri, della banca dati anagrafe testimoni e della banca dati anagrafe danneggiati, di cui all'articolo 135 del D.Lgs. n. 209/2005 (Codice delle assicurazioni private).

Prevista l'attuazione di un "archivio informatico integrato", denominato anche "archivio integrato antifrode" (AIA), attraverso il quale l'IVASS analizza, elabora e valuta tutte le informazioni in proprio possesso, allo scopo di individuare gli eventuali casi di frode sospetta e di stabilire un meccanismo di allerta preventiva contro le frodi.

Tale strumento informatico è stato previsto dall'art. 21 del D.L. n. 179/2012, convertito dalla L. n. 221/2012, e successivamente regolato dal decreto interministeriale 11 maggio 2015, n. 108 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.162 del 15 luglio 2015 e in vigore dal 30 luglio 2015).

La presenza della banca dati consente di raccogliere i dati dei sinistri relativi ai veicoli a motore immatricolati in Italia, nonché i dati dei testimoni e dei danneggiati riferiti ai medesimi sinistri, al fine di agevolare la prevenzione e il contrasto di comportamenti fraudolenti nel settore dell'assicurazione obbligatoria per i veicoli a motore.
Il presente Regolamento si applica:

a) alle imprese di assicurazione italiane autorizzate all'esercizio nel territorio della Repubblica dell'attività assicurativa nel ramo dell'assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, anche qualora agiscano in veste di imprese designate per la liquidazione dei danni a carico del Fondo di garanzia per le vittime della strada;

b) alle imprese dell'Unione europea ed a quelle aderenti allo Spazio economico europeo abilitate all'esercizio nel territorio della Repubblica dell'attività assicurativa nel ramo dell'assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore in regime di libertà di prestazione di servizi o in regime di stabilimento (art. 3).

I dati per l'alimentazione delle banche dati dovranno essere comunicati all'IVASS in via telematica, entro sette giorni, esclusi il sabato e i festivi, dal momento del pervenimento della richiesta di risarcimento o della denuncia e fino alla definizione del sinistro, da parte dell'impresa di assicurazione italiana che ha ricevuto la richiesta di risarcimento del danneggiato o che gestisce la procedura di liquidazione, a seguito della denuncia del sinistro responsabile.

I dati da comunicare sono quelli elencati al comma 2 dell'art. 6 del regolamento.
Le modalità tecniche per l'invio dei dati relativi al sinistro saranno stabilite dall'IVASS con proprio provvedimento.

Il regolamento fissa, infine, dei limiti all'esercizio del diritto di consultazione:

a) le imprese di assicurazione, la Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici S.p.A. (CONSAP), l'Ufficio Centrale Italiano (UCI) e gli altri soggetti aventi diritto, consultano le banche dati esclusivamente per le finalità di cui all'art. 4, comma 1 del presente Regolamento, e precisamente "al fine di agevolare la prevenzione e il contrasto di comportamenti  fraudolenti nel settore dell'assicurazione obbligatoria per i veicoli a motore".

b) i soggetti terzi, consultano le banche dati esclusivamente per le finalità previste dalla legge che li ammette alla consultazione. La tipologia dei dati accessibili e le modalità tecniche di consultazione dovranno essere stabilite mediante specifiche convenzioni con l'IVASS.

Per scaricare il testo del regolamento clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS