Lunedì 26 gennaio 2015

Archivio informatico: cessato l’obbligo di trasmissione dell’impronta

a cura di: TuttoCamere.it
L’obbligo di comunicazione dell’impronta dell’archivio informatico deve considerarsi completamente abrogato anche per i documenti conservati prima dell’entrata in vigore del D.M. 17 giugno 2014, recante “Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto”.

Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la Risoluzione n. 4/E del 18 gennaio 2015.

L’invio dell’impronta dell’archivio informatico era originariamente finalizzata a datare con certezza l’esistenza dei documenti e delle firme apposte; tale esigenza sarebbe venuta meno con l’estensione della validità delle marche temporali da 3 a 20 anni, operata dall’articolo 49 del D.P.C.M. 30 marzo 2009.
Ciò avrebbe svuotato di significato l’obbligo di comunicare l’impronta dell’archivio informatico, e nessuna nuova esigenza sarebbe stata identificata con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 143663 del 25 ottobre 2010, attuativo dell’obbligo in parola.

Il dubbio poteva nascere dalla lettera del comma 3, del D.M. 17 giugno 2014, dove si prevede che ai documenti conservati prima dell’entrata in vigore di detto decreto continua ad sussistere l’obbligo di trasmettere alle competenti Agenzie fiscali l’impronta dell’archivio informatico oggetto della conservazione, la relativa sottoscrizione elettronica e la marca temporale.

Tuttavia, tale obbligo di trasmissione aveva dichiaratamente la finalità di “estendere la validità dei documenti informatici”.

Tale validità è stata successivamente disciplinata dal D.P.C.M. 30 marzo 2009, il quale, all’art. 49, dispone che “tutte le marche temporali emesse da un sistema di validazione sono conservate in un apposito archivio digitale non modificabile per un periodo non inferiore a venti anni ovvero, su richiesta dell’interessato, per un periodo maggiore, alle condizioni previste dal certificatore”.

Tale previsione ha superato di fatto la necessità di estendere la validità dei documenti informatici, originariamente soddisfatta con l’obbligo di trasmissione. Ne discende che l’obbligo di trasmissione per i documenti conservati prima dell’entrata in vigore del D.M. 17 giugno 2014 non è più necessario rispetto all’originaria finalità di estendere la validità dei documenti informatici.

Per scaricare il testo della Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate clicca qui.

Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS