Giovedì 15 ottobre 2015

Antiriciclaggio: individuati nuovi indicatori di anomalia per le segnalazioni delle operazioni sospette da parte della Pubblica Amministrazione

a cura di: TuttoCamere.it
E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 233 del 7 ottobre 2015, il Decreto 25 settembre 2015, con il quale il Ministero dell'Interno ha determinato gli indicatori di anomalia al fine di agevolare l'individuazione delle operazioni sospette di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo da parte degli uffici della Pubblica Amministrazione.

Vi rientrano «tutte le amministrazioni dello Stato, ivi compresi gli istituti e le scuole di ogni ordine e grado, le istituzioni educative, le aziende e le amministrazioni dello Stato a ordinamento autonomo, le regioni, le province, i comuni, le comunità montane e loro consorzi e associazioni, le istituzioni universitarie, le amministrazioni, le aziende e gli enti del servizio sanitario nazionale e le agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio  1999, n. 300, e successive modificazioni, nonchè le città metropolitane di cui all'art. 1 della legge 7 aprile 2014, n. 56».

Ricordiamo che gli uffici della Pubblica Amministrazione, ai sensi dell'art. 10, comma 2, lettera g), D.Lgs. n. 231/2007, sono ricompresi fra i soggetti destinatari degli obblighi di segnalazione delle operazioni sospette di riciclaggio.
Al fine di agevolare l'individuazione delle operazioni sospette, la normativa antiriciclaggio demanda alla competenza del Ministero dell'Interno, su proposta dell'Unità di informazione finanziaria della Banca d'Italia, il compito di emanare e aggiornare periodicamente degli appositi indicatori di anomalia.

Indicatori di anomalia sono stati resi disponibili con il decreto del 17 marzo 2011; con questo nuovo decreto del 25 settembre 2015, il Ministero istituisce i nuovi indicatori riferibili agli uffici della Pubblica Amministrazione. In particolare, il decreto identifica tra i destinatari "i soggetti nei cui confronti gli uffici della P.A. svolgono un'attività finalizzata a realizzare un'operazione a contenuto economico, connessa con la trasmissione o la movimentazione di mezzi di pagamento o con la realizzazione di un obiettivo di natura finanziaria o patrimoniale ovvero nei cui confronti sono svolti i controlli di competenza degli uffici medesimi" (art. 2, comma 2).
Gli indicatori di anomalia - come si legge all'articolo 3 - sono finalizzati a "ridurre i margini di incertezza connessi con valutazioni soggettive e hanno lo scopo di contribuire al contenimento degli oneri e al corretto e omogeneo adempimento degli obblighi di segnalazione di operazioni sospette".

L'elencazione degli indicatori di anomalia, pertanto, non è esaustiva anche in considerazione della continua evoluzione delle modalità di svolgimento delle operazioni.

Nello specifico, gli indicatori contenuti nell'Allegato al decreto sono ripartiti nelle seguenti tre tipologie:

A. Indicatori di anomalia connessi con l'identità o il comportamento del soggetto cui è riferita l'operazione;
B. Indicatori di anomalia connessi con le modalità (di richiesta o esecuzione) delle operazioni;
C. Indicatori specifici per settore di attività (controlli fiscali; appalti; finanziamenti pubblici)
.

Le procedure interne sono specificate all'art. 6. Gli operatori della P.A. saranno tenuti a effettuare le segnalazioni alla UIF (Unità di Informazione Finanziaria) della Banca d'Italia. La segnalazione dovrà contenere i dati, le informazioni, la descrizione delle operazioni ed i motivi del sospetto indicati dalla stessa UIF con provvedimento del 4 maggio 2011, utilizzando l'apposito portale INFOSTAT-UIF, previa adesione al sistema di segnalazione online.
 
Per scaricare il testo del decreto clicca qui.
Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report