Martedì 25 agosto 2015

Anticorruzione: circolare dell'INAIL sulle modalità di gestione delle segnalazioni di illeciti

a cura di: TuttoCamere.it
L'art. 1, comma 51, della legge n. 190/2012 (Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione) ha introdotto, nell'ambito delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 165/2001, l'art. 54 bis, che tutela il dipendente che segnala gli illeciti di cui sia venuto a conoscenza in relazione al servizio prestato.

L'INAIL, con la circolare n. 64 del 28 luglio 2014, nel completare le disposizioni contenute nel Codice di comportamento dell'Istituto, indica i soggetti coinvolti nella procedura e le loro responsabilità, e fornisce indicazioni per la difesa da eventuali azioni ritorsive del dipendente pubblico che segnala fatti di cui è venuto direttamente a conoscenza.

Con la presente circolare l'INAIL aggiunge un ulteriore tassello al proprio sistema per la prevenzione della corruzione, disciplinando l'attuazione della specifica normativa posta a tutela del cosiddetto whistleblower, il dipendente che segnala illeciti di cui è venuto direttamente a conoscenza in ragione del suo rapporto di lavoro con l'Istituto.
Il documento, che conferma la particolare attenzione posta dall'INAIL nell'attuazione delle misure a presidio della legalità dell'azione amministrativa, completa le disposizioni già contenute nel Codice di comportamento dell'Istituto, regolando i termini e le modalità di segnalazione degli illeciti, indicando i soggetti coinvolti nella procedura e le loro responsabilità, dando indicazioni per la difesa del segnalatore da eventuali azioni ritorsive, e fornendo la modulistica e l'indirizzo email per l'invio della segnalazione.

La procedura, in particolare, prevede che le segnalazioni siano gestite dal responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, che ne verifica la fondatezza nel rispetto dei principi di imparzialità e riservatezza, avvalendosi di un apposito gruppo di lavoro, e le inoltra, quando non risultino manifestamente infondate, ai "soggetti terzi competenti", anche per l'adozione dei provvedimenti conseguenti.

I "soggetti terzi competenti" sono: il dirigente della struttura in cui si è verificato il fatto, quando non vi siano ipotesi di reato o profili di responsabilità disciplinare a suo carico, l'ufficio disciplinare e contenzioso del personale della direzione centrale Risorse umane, l'autorità giudiziaria, la Corte dei conti, l'Autorità Nazionale Anticorruzione e il Dipartimento della Funzione Pubblica.

Per scaricare il testo della circolare clicca qui.
Per scaricare il testo dell'Allegato alla circolare riportante il modello di denuncia degli illeciti clicca qui.
Per scaricare il testo del Codice di comportamento dell'INAIL clicca qui.
Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS