Venerdì 4 gennaio 2013

Anche gli accessori e le pertinenze devono rispettare le distanze

a cura di: eDotto S.r.l.
La Seconda sezione civile di Cassazione, con la sentenza n. 72 depositata il 3 gennaio 2013, ha confermato la decisione con cui la Corte d’appello di Catania aveva condannato il proprietario di un manufatto ad arretrare quest’ultimo fino alla distanza di 5 metri dal confine col vialetto di proprietà del confinante, in considerazione del mancato rispetto delle distanze legali tra edifici.

La Suprema corte ha spiegato, in particolare, come l’obbligo del rispetto della distanza di cinque metri dal confine del fondo fosse conseguente alla consistenza della costruzione realizzata a confine; ciò posto, non rilevava l’eventuale funzione pertinenziale del manufatto rispetto alla casa od al giardino.

In conformità con la giurisprudenza della Corte di cassazione in materia, quindi, è stato ribadito che “gli accessori e le pertinenze che abbiano dimensioni consistenti e siano stabilmente incorporati al resto dell’immobile, così da ampliarne la superficie o la funzionalità economica sono soggetti al rispetto della normativa sulle distanze”. Del tutto irrilevante, in tale contesto, che l’opera fosse stata autorizzata dal Comune di competenza.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS