Mercoledì 4 agosto 2010

Al minore “comunque affidato” va accordato il permesso di soggiorno

a cura di: eDotto S.r.l.
Anche una situazione transitoria di affidamento, quale quella realizzata ex articolo 403 Codice civile, tramite il collocamento “in luogo sicuro” presso “alcuni parenti", essendo anch’essa finalizzata ad assicurare la cura del minore, seppure temporaneamente, e' idonea ad assicurare la ratio sottesa all’articolo 32, comma 1, del Decreto legislativo n. 286 del 1998, che e' quella di accordare il permesso di soggiorno allorche' il minore, ormai divenuto maggiorenne, possa dimostrare di essere stato affidato alle cure di una persona che, in modo legittimo, mediante il mantenimento e l’educazione, l’abbia inserito nella realta' sociale e civile italiana. 
Infatti, come anche ricordato dalla prevalente giurisprudenza, l'utilizzo dell'avverbio “comunque” da parte del comma 1 dell’articolo 32 citato non puo' aver altro significato se non quello di intendere l’affidamento in senso ampio, sia con riguardo all’affidamento effettuato in favore di una famiglia o di una persona singola sia con riguardo a quello a favore di una comunita'. 
Sulla base di tale assunto il Tribunale amministrativo del Piemonte, con sentenza n. 2408/2010, ha accolto il ricorso avanzato da un uomo di nazionalita' marocchina, presente sul territorio italiano gia' dal 2002, quando era minorenne, avverso il provvedimento con cui il Questore di Torino aveva rigettato la sua richiesta di permesso di soggiorno per il fatto che erano “assenti la delibera di affidamento del Giudice Tutelare e il provvedimento di non luogo a procedere al rimpatrio emesso dal Comitato Minori Stranieri e che l’istante non risulta aver seguito alcun progetto di integrazione sociale e civile”.
Fonte: TAR DEL PIEMONTE - SENTENZA N. 2408 DEL 13 MAGGIO 2010
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS