Lunedì 14 settembre 2009

Addebito al marito infedele

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di cassazione, con la sentenza n. 18235 del 12 agosto 2009, ha respinto il ricorso presentato da un uomo contro la decisione con cui i giudici di merito gli avevano addebitato la separazione a causa dei continui tradimenti nei confronti della moglie scozzese. L'uomo si era opposto sostenendo che la crisi matrimoniale in realta' era dipesa dal fatto che la ex coniuge si era allontanata, per diverso tempo, dalla casa coniugale per rendersi indipendente dal marito e dai figli. Dalle risultanze del processo era invece emerso che la donna era tornata in Scozia per assistere la madre malata e che, comunque, i tradimenti erano precedenti al periodo in cui era stata lontana. Secondo la Corte, la definitiva frattura del rapporto coniugale era infatti dipesa “dalla reiterata violazione da parte del marito dell'obbligo di fedelta' coniugale che, integrando un comportamento contrario ai doveri che nascono dal matrimonio e segnatamente di un obbligo ricompreso tra doveri reciproci dei coniugi costituiva causa sufficiente ai fini dell'addebito, senza necessita' di ulteriore verifica dell'assolvimento o meno degli altri”.
Fonte: ItaliaOggi – Avvocati Oggi, p. VI – E' concesso tornare da mamma` - Alberici
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS