Venerdì 20 gennaio 2006

TRASFERTA: Incidenza sulla retribuzione differita

a cura di: Studio Mirco Marzotto
Trasferta Incidenza sulla retribuzione differita Quando il lavoro in trasferta sia abitualmente reso dal lavoratore rientrando, quindi, nelle modalità della prestazione, il valore dell’indennità incide sulle voce contrattuali e sul trattamento di fine rapporto. Altrettanto vale per il lavoro straordinario svolto con continuità. La Corte di Cassazione, sezione lavoro, riformando la decisione della Corte d’appello di Milano, accoglie il ricorso dei lavoratori che, come montatori, svolgevano "sistematicamente e professionalmente la loro prestazione lavorativa, pressoché per tutto il corso di essa, fuori dalla sede sociale". La sentenza riconosce che sia la normativa fiscale che quella previdenziale determinano "ai loro fini specifici" quale percentuale debba essere considerata retribuzione e perciò assoggettata a tassazione e contribuzione, ciò non toglie che ai fini civilistici la funzione dell’indennità sia, secondo la Corte, ben diversa a seconda che si tratti di un trasfertista "di professione" piuttosto che "occasionale". E’ opportuno osservare che la decisione non tiene assolutamente conto della nuova definizione di trasferta e del concetto di "trasfertista" introdotto nel Tuir dalla riforma del 1997. riferimenti normativi: Cassazione civile Sentenza, Sez. lav., 20/12/2005, n. 28162
Fonte: Cassazione civile Sentenza, Sez. lav., 20/12/2005, n. 28162
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali