Mercoledì 16 aprile 2014

Studi odontoiatrici: obbligo di acquisizione del certificato del casellario giudiziale dei dipendenti e collaboratori nel caso di cure a minori

a cura di: Studio Valter Franco
Il 6 aprile 2014 è entrato in vigore il D.lgs. 4.3.2014 n. 39 – pubblicato sulla G.U. 68 del 22.3.2014 - emanato in attuazione della direttiva 2011/93/UE relativa alla lotta contro l’abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori e la pornografia minorile.

Con il D.lgs. viene previsto l’obbligo per il datore di lavoro di procurarsi il certificato penale del casellario giudiziale (d’ora in avanti “certificato”) del personale alle proprie dipendenze che ha contatti con minori di età e l’omissione di tale richiesta viene sanzionata amministrativamente col pagamento di una somma da 10.000 a 15.000 euro.

Sul sito del Ministero della Giustizia sono state pubblicate le ulteriori delucidazioni in materia (FAQ).

In particolare ed in via generale:

  • L’obbligo riguarda unicamente i dipendenti assunti dal 6 aprile 2014 e non quelli assunti in data anteriore; l’obbligo sorge inoltre qualora scaduto il precedente contratto, il datore di lavoro stipuli un nuovo contratto con lo stesso lavoratore (nuovo contratto con data successiva al 5 aprile 2014
  • All’atto dell’assunzione e nelle more del rilascio del certificato il datore di lavoro può acquisire una dichiarazione sostitutiva di certificazione da parte del lavoratore

Obblighi nel settore odontoiatrico

In risposta ad una specifica domanda il Ministero della Giustizia ha esplicitamente indicato che nel settore odontoiatrico, qualora vengano rese prestazioni nei confronti di minori, si rende applicabile la normativa di cui sopra.
In risposta ad altra domanda circa le prestazioni rese da professionisti con contatto con minori, che operano nei confronti di un’associazione culturale rilasciando fattura, il Ministero ha indicato che occorre richiedere il certificato anche di tali professionisti.

Gli obblighi posti a carico degli studi odontoiatrici sono pertanto riassumibili come segue:



*1 – dipendenti assunti dal 6 aprile 2014 compreso in poi a contatto col minore (assistenti alla poltrona etc.)
*2 – per rapporti di collaborazione iniziati dal 6 aprile 2014 compreso in poi
*3 – qualora rilevi impronte etc. presso lo studio dell’odontoiatra e sia a contatto col minore e con rapporto di collaborazione/fornitura iniziato dal 6 aprile 2014 compreso in poi
*4 – per rapporti di collaborazione iniziati dal 6 aprile 2014 compreso in poi

Le risposte del Ministero della Giustizia

Attività professionali quali esempio quella di medico odontoiatra o medico pediatra che comporta attività verso i minori è assoggettata alle prescrizioni del DL 39/2014 con riferimento ai propri lavoratori dipendenti?
Si.

Sono la vice-presidente di una Associazione Culturale che organizza, tra le altre cose, corsi di scuola di musica primaria (quindi rivolti principalmente a minorenni). Per l'organizzazione di questi corsi ci avvaliamo della collaborazione di professionisti che rilasciano regolare fattura come titolari di partita iva. Ci dobbiamo ritenere datori di lavoro e quindi richiedere per questi professionisti il certificato penale del casellario giudiziale ai sensi dell’art. 25 bis del DPR 313/2002?
Si, qualora l'attività svolta dal professionista sia oggetto di un contratto, comunque qualificato, che faccia sorgere un rapporto di lavoro con prestazioni corrispettive.


DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali