Venerdì 8 luglio 2016

Start-up innovative - Dal Ministero chiarimenti sulla modalità di costituzione

a cura di: TuttoCamere.it

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con la circolare n. 3691/C del 1° luglio 2016, recante "Decreto ministeriale 17 febbraio 2016 e decreto direttoriale 1° luglio 2016. Modalità di costituzione delle società a responsabilità limitata start-up innovative a norma del comma 10-bis dell'articolo 4 del D.L n. 3 del 2015, convertito con legge 24 marzo 2015, n. 33".

In deroga a quanto stabilito dalle norme del Codice civile, il Ministero dello Sviluppo Economico, con il decreto del 17 febbraio 2016 si è limitato a predisporre un modello standard di atto costitutivo e statuto di società a responsabilità limitata, finalizzato alla costituzione della Start-up.

Il Ministero ha chiarito preliminarmente che il procedimento introdotto dal comma 10-bis, dell'art. 4 del D,L. n. 3 del 2015, convertito dalla L. n. 33 del 2015, è percorribile facoltativamente e in via alternativa rispetto a quello ordinariamente previsto dal Codice civile. Pertanto, le Camere di Commercio potranno continuare a iscrivere in sezione ordinaria e speciale, Start-up, costituite nella forma di società a responsabilità limitata a norma dell'art. 2463 del Codice civile, con atto pubblico.

Il Decreto del Ministro dello sviluppo economico 17 febbraio 2016 ha, dunque, regolato esclusivamente il modello standard alternativo, tracciando in via generale, le modalità di deposito e conseguente iscrizione dell'atto costitutivo nel Registro delle imprese.

Per un raccordo tra le norme codicistiche e la disciplina del citato comma 10-bis si è reso necessario:

  • richiedere alle parti costituenti importanti oneri formali a cui attenersi tra cui quello della sottoscrizione elettronica, a norma dell'art. 24 del D.Lgs. n. 82/2005 (Codice dell'amministrazione digitale - CAD), da parte di ciascun contraente (o da parte dell'unico sottoscrittore, nel caso di S.r.l. unipersonale) da apporre sul documento elettronico formato ai sensi degli articoli 20 e seguenti del CAD;
  • continuare a predisporre i controlli da parte degli uffici ai fini dell'iscrizione in sezione ordinaria che, nonostante l'originalità delle modalità di costituzione della S.r.l., non perde la sua efficacia costitutiva.

Il decreto ministeriale individua nell'articolo 2 tutti i controlli che devono essere svolti dall'ufficio del Registro delle imprese all'atto dell'iscrizione nella sezione ordinaria della S.r.l. Start-up costituita sulla base del modello standard.

Infine il Ministero, nella circolare si occupa della modalità di iscrizione provvisoria dell'atto costitutivo nella sezione ordinaria che perdura sino a che l'ufficio non verifica definitivamente l'esistenza di tutti i requisiti previsti dall'articolo 25 del D.L. n. 179 del 2012, che qualificano la Start-up, e non provveda all'iscrizione della stessa in sezione speciale.

Effettuata l'iscrizione in sezione speciale, si consolida anche quella in sezione ordinaria e viene meno la cautela nei confronti del mercato dell'indicazione della iscrizione provvisoria.

Per un approfondimento dell'argomento delle Start up innovative e per scaricare il testo della nuova circolare clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web