Venerdì 2 aprile 2010

Spetta all'amministrazione valutare se un precedente penale incide sulla moralita' del concorrente

a cura di: eDotto S.r.l.
Il Tar del Piemonte, nel testo della sentenza n. 1555 del 22 marzo, ha spiegato che, in materia di appalti pubblici, l’amministrazione che ritenga il precedente penale dichiarato dal concorrente non incisivo sulla moralita' professionale dello stesso, non e' tenuta ed esplicitare in maniera analitica le ragioni di siffatto suo convincimento, “potendo la motivazione di non gravita' del reato risultare anche implicita o per facta concludentia, ossia attraverso l’ammissione alla gara dell’impresa stessa”. E', eventualmente, la valutazione di gravita' che richiede l’assolvimento di un particolare onere motivazionale.

E' stato dunque respinto il ricorso avanzato da una cointeressata in un appalto pubblico mirante alla pronuncia di illegittimita' dell’ammissione alla gara di una societa' lamentando l’omessa esclusione dalla gara di quest'ultima perche' aveva subito, quattro anni prima, un decreto penale di condanna per violazione delle norme sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.
Fonte: TAR PIEMONTE – SEZ. TORINO – SENTENZA N. 1555 DEL 22 MARZO 2010
Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web