Mercoledì 11 maggio 2011

Solo se c'e' colpa va sanzionato il giudice che ritarda nel sentenziare

a cura di: eDotto S.r.l.
Con sentenza n. 10176 del 10 maggio 2011, le Sezioni unite della Corte di cassazione hanno rigettato il ricorso con cui il ministero della Giustizia si era opposto al proscioglimento disciplinare di un giudice nei cui confronti erano stati lamentati “gravi e ingiustificati ritardi” nel depositare le sentenze.

Secondo i giudici di legittimità, in particolare, perché il magistrato potesse essere sanzionato disciplinarmente per i ritardi non era sufficiente che questi fossero di natura sistematica dovendosi, nella specie, verificare se i tempi lunghi del suo ufficio fossero ingiustificati rispetto al carico di lavoro e alla situazione personale del magistrato, “con un giudizio che ricolleghi il ritardo a un comportamento allo stesso ascrivibile, almeno a titolo di colpa”.

Confermata la lettura dal Csm sul punto, secondo cui i ritardi nei depositi contestati non urtavano i limiti di ragionevolezza e di esigibilità.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web