Martedì 10 novembre 2009

Solo la legge puo' indicare il soggetto abilitato al controllo sul divieto di fumo

a cura di: eDotto S.r.l.
Il Consiglio di stato, con sentenza n. 6167 del 7 ottobre 2009, ha confermato la precedente decisione con cui il Tar Lazio aveva dichiarato parzialmente illegittima la circolare del ministero della Salute del 23 dicembre 2004 nella parte in cui veniva imposto ai soggetti responsabili di locali privati aperti al pubblico, o loro delegati, l'obbligo di richiamare formalmente i trasgressori all'osservanza del divieto di fumare e di segnalare, in caso di inottemperanza al richiamo, il comportamento dei trasgressori ai pubblici ufficiali competenti a contestare la violazione e ad elevare la conseguente contravvenzione.

Il Consiglio, condividendo quanto affermato dai giudici amministrativi regionali, ha giudicato evidente come la circolare, nella parte in contestazione, ponga in essere una violazione del principio della riserva relativa di legge contenuta nell’art. 23, Costituzione; le prestazioni personali – spiega il Collegio - “possono essere imposte per la soddisfazione di interessi pubblici, ma unicamente dalla legge, che deve indicare il soggetto pubblico abilitato ad imporre la prestazione, nonche' i limiti dell’imposizione”.
Fonte: CONSIGLIO DI STATO - SENTENZA N. 6167 DEL 7 OTTOBRE 2009
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS