Venerdì 12 giugno 2015

Prelevamenti ingiustificati lavoratori autonomi: per la Cassazione non sono ricavi in nero

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
L'art. 32, comma 1, n. 2), d.p.r. n. 600/73 prevedeva che i prelevamenti dal conto corrente del professionista e dei lavoratori autonomi presupponessero maggior reddito ove non giustificati. Con la sentenza della Corte Costituzionale n. 228 del 2014, questa presunzione e' stata dichiarata incostituzionale.

La Corte di Cassazione, Sezione Tributaria, con la sentenza n. 12021 del 10 giugno 2015 ha confermato che, tali prelevamenti, non possono essere considerati ricavi in nero.

E' quindi illegittimo l'accertamento di maggior reddito nei confronti del lavoratore autonomo basato sulla presunzione secondo cui i prelevamenti non giustificati dal conto corrente bancario corrispondono automaticamente a un costo a sua volta produttivo di un ricavo.


DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web