Giovedì 28 marzo 2013

Nel procedimento di esecuzione ipotecaria il consumatore deve poter opporre l’abusivita' delle clausole

a cura di: eDotto S.r.l.
La Corte di giustizia Ue, con sentenza del 14 marzo 2013, pronunciata relativamente alla causa C-415/11, si è occupata di una domanda di pronuncia pregiudiziale relativa all’interpretazione della Direttiva 93/13/CEE sulle clausole abusive nei contratti stipulati con i consumatori. La domanda era stata presentata nel contesto di una controversia che opponeva le parti in merito alla validità di talune clausole di un contratto di mutuo con garanzia ipotecaria.

Secondo i giudici europei, in particolare, la Direttiva citata deve essere interpretata nel senso che è da ritenere contraria alla normativa comunitaria una normativa di uno Stato membro la quale “non prevede, nel contesto di un procedimento di esecuzione ipotecaria, motivi di opposizione tratti dal carattere abusivo di una clausola contrattuale che costituisce il fondamento del titolo esecutivo”, e contestualmente, non consente al giudice del merito, competente a valutare il carattere abusivo di una clausola del genere, l’emanazione di provvedimenti provvisori, quali, in particolare, la sospensione di detto procedimento esecutivo.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS