Mercoledì 4 agosto 2010

Modificata la disciplina delle rateazioni dei crediti amministrativi e iscritti a ruolo

a cura di: eDotto S.r.l.
Con la circolare n. 106 del 2010, l’Inps, tenuto conto della pesante situazione di crisi economica che ha colpito la realta' imprenditoriale del nostro Paese, rimodula la disciplina in tema di dilazione per definire, nell’ambito delle peculiarita' della normativa regolatrice, uguali condizioni per accedere, in presenza di una situazione di momentanea ed obiettiva difficolta', al pagamento della contribuzione previdenziale e assistenziale dovuta in forma rateale. Ai fini, quindi, della semplificazione del procedimento di rateazione delle somme non versate, l’Istituto di previdenza specifica che: - il datore di lavoro puo' assolvere, anche in forma rateale, all’obbligo del versamento delle ritenute previdenziali e assistenziali effettuate sulle retribuzioni corrisposte ai lavoratori, in base alla determinazione del commissario straordinario Inps 250/09; - per tutti i contribuenti viene abolito l’obbligo di versare, all’atto della domanda di dilazione, la quota pari a 1/12 dell’intero debito; - per gli importi iscritti a ruolo dall’Inps, la domanda di rateizzazione puo' essere presentata solo all’agente della riscossione. La vera novita' che decorre appunto dal 3 agosto 2010, data di pubblicazione della circolare, e' che il datore di lavoro contribuente puo' inserire anche il valore corrispondente alle ritenute previdenziali operate sulla retribuzione del lavoratore nell’importo del debito oggetto di dilazione. Tale facolta' non produce effetto, da parte dell’Istituto, di provvedere alla denuncia all’Autorita' giudiziaria (Procura della Repubblica presso il Tribunale competente) della fattispecie di reato punito con la reclusione e con la multa. La novita' dell’esclusione dell’obbligo del versamento della quota pari a 1/12 del dovuto prima dell’emissione del piano di ammortamento - oltre a favorire l’accesso alla rateazione dei debiti contributivi da parte del soggetto che si trovi in temporanea difficolta' finanziaria - ha la finalita', unitamente alla precedente modifica, di favorire lo snellimento delle procedure di definizione dell’attivita' istruttoria che consentiranno l’adozione del provvedimento di accoglimento della dilazione e il rilascio di un unico piano di ammortamento (definitivo) in tempo reale. Il contribuente per ottenere il pagamento in forma dilazionata della propria esposizione debitoria, anteriormente all’iscrizione a ruolo e alla notifica della cartella, deve presentare un’istanza che comprenda tutti i crediti contributivi in fase amministrativa, accertati alla data di presentazione dell’istanza stessa. Il pagamento dilazionato puo' essere concesso fino ad un massimo di 24 mensilita' con la possibilita' di un prolungamento fino a 36 rate, autorizzato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. In casi particolari, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia, puo' concedere con decreto il pagamento dilazionato fino a 60 mensilita'.
Fonte: http://www.inps.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali