Venerdì 25 ottobre 2002

LE SANZIONI PER OMISSIONI ED EVASIONI CONTRIBUTIVE

a cura di: Studio Cozzi Dottori Commercialisti Associati
Con la Finanziaria del 2001 (art. 116 commi da 8 a 20 L. 388/2000) venne riformato il regime sanzionatorio da applicarsi in materia previdenziale. Tale provvedimento, motivato dall’eccessivo gravame previsto dal vecchio sistema sanzionatorio, incise principalmente negli ambiti e con le modalità qui di seguito evidenziati. DIFFERENZE TRA OMISSIONE ED EVASIONE CONTRIBUTIVA. Uno dei punti maggiormente interessati dalla riforma fu la definizione delle differenze tra omissione ed evasione contributiva. Si parla di omissione quando il mancato pagamento dei premi contributivi è rilevabile da “denunce e/o registrazioni obbligatorie”, mentre si parla di evasione nel caso di dichiarazioni o denunce obbligatorie omesse. Nel caso di evasione occorre pertanto un intenzione specifica (c.d. dolo specifico) da parte del contribuente. SANZIONI PENALI. L’inadempienza fa poi incorrere in sanzioni penali (c.d. frode previdenziale) quando si arriva ad evadere almeno il 50% dei contributi dovuti. ABROGAZIONE DI SANZIONI AMMINISTRATIVE. Con la L. 388/2000 sono state abrogate tutte quelle penalità previste in caso di omesso o ritardato versamento di contributi, quelle relative ad adempimenti contributivi e quelle in materia di collocamento se di natura formale. Sono ritenute violazioni formali ad esempio l’omessa o irregolare tenuta dei libri matricola e/o pag, la mancata denuncia di inizio esercizio all’Inail o l’omessa presentazione dei modelli DM10, DM68, ecc, all’Inps. E’ invece ritenuta sostanziale, ed è pertanto ancora suscettibile di sanzione amministrative, l’omessa o ritardata comunicazione di assunzione o cessazione ai competenti uffici. L’abolizione delle sanzioni dovrebbe decorrere soltanto per contribuzioni relative alle retribuzioni corrisposte a partire dal dicembre 2000, sebbene sentenze in merito ritengano non più utilizzabili le pene a causa della “sopravvenuta inesistenza delle sanzioni applicabili”. SANZIONI CIVILI e LORO RIDUZIONE. Per quanto riguarda le sanzioni civili (c.d. somme aggiuntive), la normativa prevede in caso di omissioni contributive una sanzione pari al Tasso Ufficiale di Rendimento + 5,5% annuo fino ad un massimo del 40% del contributo omesso (limite oltre il quale vengono applicati gli interessi di mora) e in caso di evasioni contributive una sanzione del 30% annuo fino ad un massimo del 60% del contributo evaso. Possono essere riconosciute, a seguito di idonea domanda, riduzioni per omissioni e ritardi derivanti dai seguenti motivi: - incertezze connesse a contrastanti orientamenti giurisprudenziali o amministrativi sull’obbligo contributivo; - fattispecie particolarmente complesse o interpretazioni fuorvianti degli uffici competenti; - per fatto doloso di terzi denunciato alle autorità competenti; - per aziende in crisi, ristrutturazione o riconversione aziendale; - in caso di procedure concorsuali; - omessi o ritardati versamenti da parte di enti non economici, associazioni e fondazioni. In ognuno di questi casi, si applica per le omissioni contributive una sanzione civile pari al TUR e per le evasioni contributive una sanzione civile pari al TUR più due punti. Nel caso di “crediti in essere già accertati”, è fatto obbligo comunque ai contribuenti di versare anche l’importo relativo alle somme aggiuntive, importo che poi, a seguito di autorizzazione, farà scaturire un credito contributivo compensabile con i contributi previdenziali.
Fonte: Il Sole24ore - 12/08/2002
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS