Lunedì 5 ottobre 2015

Lavoro minorile: in Italia 260mila "baby lavoratori" ma la percezione del fenomeno e' distorta

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Secondo un'indagine presentata dall'Osservatorio nazionale sulla salute dell'infanzia e dell'adolescenza, sono 260mila i "baby lavoratori" under 16 in Italia che, al posto di andare a scuola, si guadagnano da vivere lavorando come commessi, baristi, parrucchieri, ma anche come braccianti agricoli, meccanici di officina, manovali nei cantieri.

L'Osservatorio PAIDOSS ha definito il fenomeno come un vero e proprio "furto dell'infanzia, da condannare senza se e senza ma". Ma sembra che non tutti i genitori siano concordi sul parere cosi' negativo espresso dall'Osservatorio. Il 54% di essi, infatti, giustifica in parte il fenomeno se dettato dalla necessità di far fronte alla crisi economica.

Inoltre, la percezione del fenomeno del lavoro minorile in Italia sembra essere distorta: il 40% del campione analizzato ha ammesso di non sapere della sua esistenza e ben il 55% è convinto che riguardi esclusivamente i Paesi poveri.
Tra chi invece ne è a conoscenza, il 40% pensa che riguardi solo il Meridione e il 30% che coinvolga solo minori stranieri, mentre in realtà dei 260mila lavoratori under 16 solo 20mila non sono italiani.

Clicca qui per approfondimenti.


Fonte: http://www.inail.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS