Giovedì 3 settembre 2009

L’attesa proroga del click-day e' arrivata

a cura di: eDotto S.r.l.
A dare l’annuncio che “e' in corso di predisposizione il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate che dispone il rinvio della data di attivazione della procedura per la presentazione delle istanze di rimborso previste dall’articolo 6 del decreto legge n. 185 del 2008, attualmente fissata al 14 settembre 2009” e' un comunicato stampa apparso ieri, 2 settembre 2009, sul sito delle Entrate. La proroga, spiega l’Agenzia, dara' la possibilita' di individuare le soluzioni tecniche piu' idonee per eliminare alcuni inconvenienti connessi all’attuale meccanismo telematico di presentazione delle istanze di rimborso, tenuto anche conto delle segnalazioni pervenute dagli Ordini professionali e dalle Associazioni di categoria. Sono state accolte, dunque, dall’agenzia delle Entrate le ragioni di professionisti e imprese che in questi giorni avevano puntato il dito sull’iniquita' dell’assegnazione di un rimborso, che spetterebbe di diritto, con il metodo “cronologico”, basato sulla velocita' dell’invio telematico delle richieste. Il coro di proteste, oltre a Claudio Siciliotti presidente dei dottori commercialisti ed esperti contabili presenti ieri al tavolo tecnico con le Entrate, che oggi esprime “vivo apprezzamento per la decisione e chiede di "rivedere il meccanismo”, ha visto protagoniste anche Confcommercio, Confartigianato, CNA, Casartigiani e Confesercenti. Le cinque organizzazioni in una nota comune chiedono di sostituire la modalita' del click day con una che preveda il rimborso in modo proporzionale, sulla base dello stanziamento gia' effettuato, “a tutti i contribuenti che presentano correttamente l'istanza nel lasso temporale stabilito”. Ad essere spartito, inoltre, e' un magro bottino rispetto a quanto e' in ballo: le stime parlano di 4 miliardi di euro contro i 100 milioni di euro stanziati per il 2009 ed altri 900 per i due anni successivi. Si ricorda che in deroga al generale principio di indeducibilita' dell'Irap da quelle statali il decreto anticrisi - legge 185/2008 - ha disposto, a decorrere dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2008, la parziale e forfetaria deducibilita' (10% dell'imposta versata nel periodo di riferimento) dell’Imposta citata ai fini delle imposte sui redditi. Condizione necessaria e' che siano state sostenute spese per lavoro dipendente e assimilato o interessi passivi e oneri assimilati non ammessi in deduzione in sede di determinazione della base imponibile Irap. Tale possibilita' e' prevista anche per i periodi di imposta pregressi a partire dal 2004 procedendo alla rideterminazione della base imponibile Ires/Irpef: il contribuente ha diritto al rimborso delle maggiori imposte sui redditi versate per effetto della mancata deduzione dell'Irap dall'imponibile. Gioia Lupoi
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web