Martedì 23 dicembre 2014

ISEE: dall’INPS indicazioni operative sulla nuova normativa in vigore dal 1° gennaio 2015

a cura di: TuttoCamere.it
Con la circolare n. 171 del 18 dicembre 2014, l'INPS illustra i principi normativi e fornisce le prime indicazioni operative per l’applicazione della nuova normativa relativa all’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), introdotta con il D.P.C.M. n. 159 del 5 dicembre 2013, che prevede l'entrata in vigore dal 1° gennaio 2015.

L’ISEE continua ad essere lo strumento di valutazione per l’accesso alle “prestazioni sociali agevolate” che sono prestazioni sociali non destinate alla generalità dei soggetti, ma limitate a coloro che sono in possesso di particolari requisiti di natura economica, ovvero prestazioni sociali non limitate al possesso di tali requisiti, ma comunque collegate nella misura o nel costo a determinate situazioni economiche. Nella circolare, al punto 3, l'INPS informa che viene confermato il principio che del nucleo familiare fanno parte i componenti della famiglia anagrafica alla data di presentazione della dichiarazione sostitutiva unica (DSU), inoltre si conferma il principio che i coniugi fanno parte dello stesso nucleo familiare anche se hanno una diversa residenza anagrafica con l'eccezione di casi particolari (ad esempio separazione, cessazione degli effetti civili del matrimonio).

Al punto 10, viene, inoltre, precisato che il citato D.P.C.M. n. 159/2013 stabilisce che alcune informazioni, disponibili negli archivi dell’INPS e dell’Agenzia delle Entrate, siano raccolte dal sistema informativo dell’ISEE e non devono essere richieste al cittadino, pertanto le informazioni della DSU sono in parte autodichiarate (informazioni anagrafiche, dati sulla presenza di persone con disabilità) ed in parte acquisite direttamente dagli archivi amministrativi dell’Agenzia delle entrate (reddito complessivo ai fini IRPEF) e dell’INPS (trattamenti assistenziali, previdenziali ed indennitari erogati dall’INPS, ad esempio indennità di accompagnamento, assegno per il nucleo familiare, assegno di maternità e assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minori concessi dai Comuni).

La DSU ha validità dal momento della presentazione fino al 15 gennaio dell’anno successivo, decorso tale termine, non si può utilizzare la DSU scaduta per la richiesta di nuove prestazioni, ferma restando la validità della stessa per le prestazioni già richieste.
Il D.P.C.M. prevede, anche un rafforzamento del sistema dei controlli svolti da Agenzia delle entrate, da INPS, dagli enti erogatori e dalla Guardia di finanza.

Per scaricare il testo della circolare INPS clicca qui.
Per accedere al sito del Ministero del Lavoro e scaricare la modulistica con le relative istruzioni clicca qui.

Fonte: http://www.tuttocamere.it

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web