Mercoledì 5 maggio 2010

Il no definitivo della Cassa dottori commercialisti all’unione con quella dei ragionieri

a cura di: eDotto S.r.l.
Incontro infruttuoso e definitivo quello del 7 aprile 2010 tra le Casse di dottori commercialisti e ragionieri. A decretare l'impossibilita' di un percorso previdenziale comune fra le due professioni e' un documento della Cnpadc, guidata da Anedda, inviato ai delegati territoriali e al Consiglio nazionale di categoria. L’elaborato certifica la perdita costante di iscritti alla Cassa dei ragionieri. La situazione descritta preannuncia il rischio che entro i prossimi vent'anni l'ente dei ragionieri non riesca, neppure attraverso la liquidazione del relativo patrimonio, a far fronte agli impegni pensionistici maturati al 31 dicembre 2003 col sistema retributivo. Viene rilevato, inoltre, in formazione un progressivo deficit anche sulla gestione previdenziale a contributivo.

In una riunione con i principali sindacati - Aidc, Adc, Andoc e Ungdcec - il Consiglio di amministrazione della Cassa di previdenza dei dottori commercialisti ha incassato il totale accordo con quanto dichiarato.

In completo disaccordo il presidente Saltarelli, Cassa ragionieri, che torna a ripetere le sue ragioni affermando che non si tratta di una novita' la chiusura dei dottori che non vogliono basarsi su una piattaforma omogenea che darebbe altri risultati.

Intanto l'approvazione della mini riforma previdenziale, che ha lo scopo di dare la possibilita' alle Casse di erogare pensioni piu' adeguate agli iscritti permettendo la manovrabilita' del contributo integrativo, e' stata rimandata. E' stato invece approvato l’emendamento per concedere l’indennita' di maternita' ai papa' professionisti.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e tributi, p. 39 – La Cassa dottori va all’attacco – Cavestri
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS