Venerdì 26 febbraio 2010

I clienti dell’avvocato sono estranei al rapporto con il terzo professionista

a cura di: eDotto S.r.l.
E’ l’avvocato che deve pagare il compenso al professionista esterno al quale ha dato l’incarico di analizzare alcuni bilanci dai quali far iniziare l’azione legale. Ma nulla il commercialista puo' chiedere ai clienti del legale in assenza di una delega esplicita di questi all’avvocato.

Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con sentenza n. 4489 del 24 febbraio 2010, che ha respinto il ricorso del commercialista presentato per conseguire il compenso dai clienti dell’avvocato che gli aveva commissionato lo studio dei bilanci, propedeutico ad una causa. Gli ermellini hanno negato la possibilita' di un rapporto tra clienti e commercialista e pertanto obbligato a pagare il lavoro svolto e' l’avvocato che ha commissionato l’incarico.

Precisano i giudici della cassazione che la semplice procura alle liti non contempla la possibilita' che l’avvocato affidi incarichi a terzi: per stabilirsi un legame tra clienti e terzo professionista occorre che venga specificato che si attribuisce la procura anche per compiere in nome e per conto dei clienti attivita' diverse da quelle processuali.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, p. 35 – L'incarico non chiaro addebitato a chi lo affida – G. Sa.
Altri utenti hanno acquistato

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web