Lunedì 24 gennaio 2011

Esiste peculato solo se c'e' danno economico

a cura di: eDotto S.r.l.
Sull''imputazione del reato di peculato la Corte di cassazione, sezione sesta penale, mantiene il suo precedente orientamento affermando, nella sentenza n. 256 del 2011, che non sussiste il delitto se l'uso privato del bene pubblico è di modesta entità.

Nei fatti di causa un militare era stato accusato di peculato per aver utilizzato, a scopo personale, il telefono dell'arma di appartenenza; la difesa dell'uomo aveva invece ipotizzato la sussistenza di un peculato d'uso, sanzionato in maniera più lieve. I giudici della sesta sezione però hanno osservato che l'uso del telefono di servizio deve ricomprendersi nel reato di peculato puro essendo un comportamento che si sostanzia nell'appropriarsi di cose non “immediatamente restituibili”; vero è, però, che la condanna per tale reato richiede che vi sia stato un rilevante danno economico per l'ente pubblico. La causa è stata quindi rinviata ai giudici di appello che dovranno accertare tale danno.

Sul punto sono numerose le sentenze della Corte suprema che assolvono l'imputato di peculato se, utilizzando il telefono di lavoro per fini personali, non causa un apprezzabile danno patrimoniale all'ente.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS