Martedì 9 dicembre 2014

DURC interno ed esterno: i Consulenti del lavoro chiedono un riallineamento

a cura di: TuttoCamere.it
La procedura di richiesta del DURC prevede l'intervento dell'ente interessato, il quale, tramite lo Sportello Unico Previdenziale, attiva l'istanza per il rilascio. Ricevuta l'istanza l'operatore della sede INPS, INAIL o Cassa edile, istruisce la pratica e se trova qualche inadempienza, fa partire il preavviso telematico dei 15 giorni per la regolarizzazione.

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, con un comunicato stampa del 1° dicembre 2014, evidenziano che fino a quando l'operatore della sede non chiude l'istruttoria del DURC (30 giorni più 15 per regolarizzare), il pagamento effettuato entro la definizione dell'istruttoria stessa (45 giorni), permette il rilascio del DURC positivo per cui sembra che il termine dei 15 giorni non sia perentorio.

È di tutta evidenza, come fanno notare i Consulenti del lavoro, che il rilascio del DURC, in questi casi, “dipenderà dalla libera determinazione dell'operatore della sede, senza alcuna possibilità di potersi aggrappare a termini certi”. Chi avrà regolarizzato il preavviso di accertamento negativo in ritardo, ma entro i 45 giorni, può continuare a sperare che l'operatore magari non ha ancora terminato l'istruttoria, per ottenere il DURC positivo. Resterà invece danneggiato il contribuente che fa capo ad una sede INPS in cui gli operatori di sede siano più solerti nel terminare le pratiche entro i 15 giorni assegnati.

I Consulenti del Lavoro, difronte a questa situazione si chiedono se una certificazione così importante, da cui spesso è subordinata anche la sorte stessa delle aziende, possa dipendere da elementi imponderabili. Il DURC da regolatore del mercato, così gestito, può divenire esso stesso fonte di grave discriminazione.

Altra disparità riguarda le modalità del conteggio dei termini del preavviso di accertamento negativo. Gli operatori, infatti, quando contano i giorni per la regolarizzazione, fanno decorrere il termine iniziale dallo stesso giorno della notifica, e come termine finale non slittano al giorno successivo in caso di coincidenza con un festivo. L'INPS è intervenuta, con messaggio 9156 del 26 novembre 2014, indicando chiaramente che tale calcolo dei termini non può che essere subordinato alla normativa generale civilistica, aggiungendo anche che, se il pagamento è previsto di sabato, il termine slitta pure al lunedì successivo.

La chiarezza è intervenuta dunque, solo per il “DURC interno”, non così per il ”DURC esterno”, dove sono interessati tutti gli Enti.
Il Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro ha già segnalato la problematica e provvederà a interagire con gli Enti responsabili per tentare di trovare una soluzione che dia certezze alle aziende e agli operatori.
Per saperne di più e per scaricare il testo del comunicato stampa clicca qui.


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report