Martedì 9 settembre 2014

DURC: dopo la Sentenza del TAR del Veneto arrivano i chiarimenti dell’INPS

a cura di: TuttoCamere.it
A seguito della Sentenza del TAR del Veneto n. 486 dell'8 aprile scorso, l’INPS, con il messaggio n. 6756 del 2 settembre 2014, rende noto le modalità operative che seguirà per il rilascio del DURC, attenendosi anche alla successiva pronuncia del Ministero del Lavoro.

Ricordiamo che il TAR Veneto ha ritenuto che l’art. 31, comma 8, del D.L. n. 69/2013, convertito dalla L. n. 98/2013, nel disciplinare il preavviso di accertamento negativo, già previsto, come ricordato, dal D.M. 24 ottobre 2007, abbia inteso generalizzare l’obbligo per gli Enti preposti al rilascio del DURC di attivazione del procedimento di regolarizzazione - tramite il preavviso di accertamento negativo - prima dell’emissione di tutte le tipologie di DURC. Il predetto Tribunale ha concluso definendo che la condizione di regolarità, anche per la verifica di autodichiarazione, deve sussistere alla scadenza del termine di 15 giorni assegnato per la regolarizzazione.

Sui profili fin qui delineati, l'INPS, con il citato messaggio, ricorda che si è pronunciato il Ministero del Lavoro che, appositamente interessato al riguardo, con nota del 19 agosto 2014, Prot. 37/0014591/MA007.A001 della Direzione Generale per l’Attività Ispettiva, ha tuttavia chiarito che, in assenza di un più uniforme orientamento giurisprudenziale, gli Istituti possono continuare ad operare come di consueto effettuando una verifica della regolarità contributiva alla data di presentazione della autodichiarazione.

Dunque, l’INPS, tenuto conto della sentenza in esame, ha deciso di attenersi all’orientamento pronunciato dal Ministero del Lavoro, successivo alla sentenza, secondo cui, fino all’emanazione del decreto previsto dall’art. 4 del D.L. 20 marzo 2014, convertito dalla L. 16 maggio 2014, n. 78, in fase di definizione, in assenza di un più uniforme orientamento giurisprudenziale, gli Istituti possono continuare ad operare come di consueto effettuando una verifica della regolarità contributiva alla data di presentazione della autodichiarazione.
Con il messaggio in questione l'INPS chiarisce inoltre che i DURC per verifica di autodichiarazione
continueranno ad essere definiti sulla base della situazione contributiva riferita alla data in cui la dichiarazione, da parte dell’interessato, è stata resa.
Pertanto, ove alla predetta data sia accertata la condizione di irregolarità, l’eventuale regolarizzazione correlata alla notifica di un preavviso di accertamento negativo che riguardi l’emissione di un DURC di altra tipologia non potrà essere considerata ai fini dell’attestazione della regolarità riferita alla verifica di autodichiarazione.

Unica eccezione è rappresentata dalla previsione che disciplina il rilascio del DURC, in presenza di certificazione dei crediti, ai sensi dell’art. 13-bis, comma 5, del D.L. n. 52/2012, convertito dalla L. n. 94/2012. Per tale normativa si rimanda alla circolare n. 16 del 30 gennaio 2014.

Per scaricare il testo del messaggio INPS clicca qui.
Fonte: http://www.tuttocamere.it

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report