Lunedì 6 luglio 2009

“Dies Irap” alla Consulta

a cura di: eDotto S.r.l.
Dopo i rinvii del 2007 e del 2008, nei prossimi due giorni la Corte Costituzionale si esprimera' sull’Irap e, in particolare, sull’indeducibilita' dell’imposta regionale ai fini dei tributi erariali. L’appuntamento - noto come Irap-day - si terra' prima in udienza pubblica e poi in camera di consiglio e consistera' nell’esaminare l’Imposta alla luce della deducibilita' parziale del 10% introdotta dal decreto anticrisi (Dl 185/08). Finora si e' cercato di evitare gli effetti negativi che sarebbero potuti derivare all’Erario da un eventuale pronuncia di illegittimita' costituzionale. La questione risale ad un’ordinanza antica (quella di Genova del 2004), secondo la quale l’indeducibilita' dell’Irap non sarebbe conforme al principio della capacita' contributiva in quanto comporterebbe l’assoggettamento ad imposizione di un reddito inesistente o di un prelievo di tipo “espropriativo”, quando l’imposta sul reddito e' superiore al reddito disponibile, e darebbe luogo ad una duplicazione impositiva, dato che le imposte sui redditi graverebbero anche sull’Irap. Nel caso di bocciatura, dunque, oltre alle minori entrate per lo Stato, sara' possibile proporre ricorso pari al 100% della deducibilita' dell’imposta dal prelievo erariale e del 90% per chi ha gia' usufruito del parziale sconto del 10% del Dl anticrisi. Ma, il fatto e' che non e' sicuro che questa richiesta di rimborso sara' sufficiente a garantire un’imposta che da sola vale piu' di 40 miliardi di euro. Cosi', sembra plausibile che la decisione dei prossimi due giorni possa essere quella di un rinvio alle Commissioni tributarie che hanno sollevato la questione di legittimita' cosi' da consentire loro di valutare, caso per caso, se in base allo ius superveniens il caso specifico possa essere soddisfatto dal Dl anticrisi. Non e' da escludere, pero', neanche l’ipotesi gia' verificatasi in passato che la stessa Corte rinvii a data da destinare sia l’udienza pubblica che la camera di consiglio, come accaduto il 21 febbraio 2007 e il 12 marzo 2008. l’ultima opzione possibile e' che la questione sollevata riguardante l’Irap venga riconosciuta dai giudici infondata. Se fosse cosi', il risultato sarebbe che tutto resta immutato e all’atto pratico si registrerebbe una perdita di tempo e denaro, sia per lo Stato con il 10% di deducibilita' dell’Irap sia per i contribuenti con i numerosi contenziosi avviati.
Fonte: Il Sole 24 Ore – Norme e tributi, p. 1 - “Dies Irap” alla Consulta - Mobili
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS