Lunedì 28 maggio 2012

Danni patrimoniali ed anche morali se la vacanza non risponde alle aspettative del consumatore

a cura di: eDotto S.r.l.
Con la sentenza n. 7256 depositata l’11 maggio 2012, la Corte di cassazione ha respinto il ricorso presentato da un tour operator condannato, dai giudici di merito, al risarcimento dei danni patrimoniali e morali da vacanza rovinata subiti da una coppia in viaggio di nozze in conseguenza dei servizi non goduti e per le somme che la stessa aveva dovuto sborsare durante il soggiorno.

Nel testo della decisione i giudici di legittimità hanno ricordato come la legislazione sui “pacchetti turistici”, emanata in attuazione della normativa comunitaria di tutela del consumatore, per come interpretata dalla Corte di Giustizia, “ha reso rilevante l'interesse del turista al pieno godimento del viaggio organizzato, come occasione di piacere o riposo, prevedendo il risarcimento dei pregiudizi non patrimoniali (disagio psicofisico che si accompagna alla mancata realizzazione in tutto o in parte della vacanza programmata) subiti per effetto dell'inadempimento contrattuale”.

La Corte di giustizia, in particolare, ha affermato che l'articolo 5 della Direttiva n. 90/314/CEE, “deve essere interpretato nel senso che in linea di principio il consumatore ha diritto al risarcimento del danno morale derivante dall'inadempimento o dalla cattiva esecuzione delle prestazioni fornite in occasione di un viaggio tutto compreso”.
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS