Venerdì 22 aprile 2016

Commercio e somministrazione - Altre nuove risoluzioni dal Ministero dello Sviluppo Economico

a cura di: TuttoCamere.it

Sono state pubblicate, sul sito istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico, le seguenti altre nuove risoluzioni:

  1. La risoluzione n. 271187 del 14 dicembre 2015 reca chiarimento in merito alle sanzioni applicabili in caso di violazioni della disciplina in materia di commercio sulle aree pubbliche.
    Il Ministero, nel richiamare quanto disposto dall'art. 29, comma 1, del decreto legislativo n. 114 del 1998, sottolinea che tale disposizione fa espresso riferimento esclusivamente alle "attrezzature" e tra queste non è annoverabile il veicolo e, di conseguenza, non si può che ribadire quanto peraltro già espresso con parere n. 174133 del 28 settembre 2015, ovvero che ai sensi della disciplina nazionale vigente non è ammissibile procedere al sequestro ed alla successiva confisca del mezzo utilizzato dall'esercente sull'area pubblica.
  2. La risoluzione n. 11819 del 19 gennaio 2016, risponde al quesito se possa costituire requisito valido ai fini dell'avvio di attività di commercio al dettaglio relative al settore merceologico alimentare e per la somministrazione di alimenti e bevande, ai sensi dell'articolo 71, comma 6, lettera b) del D.Lgs. n. 59 del 2010, l'aver esercitato in proprio per almeno due anni attività d'impresa artigiana di manipolazione, conservazione, trasformazione, produzione e commercializzazione di prodotti di origine animale di propria produzione esclusivamente a grossisti.La risposta del Ministero è affermativa in quanto la norma citata non differenzia, ai fini dell'abilitazione professionale, fra l'attività svolta nel settore commercio o in quello della produzione artigianale.
    Con riferimento alla circostanza che l'impresa in questione commercializzi il proprio prodotto esclusivamente a grossisti, il Ministero ritiene che, in via generale la pratica professionale svolta presso un'azienda di commercio all'ingrosso possa essere valutata positivamente ai fini richiesti anche se per l'avvio di tale attività non è più necessario il possesso del requisito professionale. Ritiene, altresì, che quanto evidenziato possa comunque ritenersi valido anche per la pratica lavorativa svolta presso imprese artigiane all'ingrosso operanti nel campo del commercio alimentare.
  3. La risoluzione n. 11847 del 19 gennaio 2016 reca precisazioni in merito all'attività di commercio all'ingrosso di auto usate e, nello specifico, a chi spetti la vidimazione del registro di carico e scarico delle auto usate.
    Secondo il Ministero, l'attività in questione si riferisce alla vendita all'ingrosso di beni usati, e citando il parere formulato dal Ministero dell'Interno con nota n. 12020 del 7 febbraio 2013, ricorda che, ai sensi dell'articolo 19 del D.P.R: n. 616 del 1977. alcune funzioni di cui al testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, tra cui la dichiarazione di commercio di cose antiche o usate di cui all'articolo 126 del T.U.L.P.S. sono state attribuite ai Comuni.
    Nella medesima nota il Ministero dell'Interno ha inoltre evidenziato:
    a) che trattasi di una semplice comunicazione e non di una SCIA i cui contenuti sono indicati dall'articolo 242 del regolamento al T.U.L.P.S., finalizzato ad agevolare i controlli di polizia;
    b) che, anche in presenza di una attività di commercio all'ingrosso, la comunicazione, o dichiarazione preventiva, deve essere presentata, nel caso di specie, al Comune, cui compete provvedere alla vidimazione del relativo registro di carico e scarico delle auto usate, secondo le indicazioni contenute nell'art. 242 del Regolamento al T.U.L.P.S..
  4. La risoluzione n. 34168 del 9 febbraio 2016, risponde al quesito se nel caso di apertura di un'attività di somministrazione di alimenti e bevande accessoria ad una attività principale di cui all'art. 88 del R.D. n. 773 del 1931, nello specifico una sala dedicata videolottery (VLT), sia necessario il possesso del requisito professionale ai sensi dell'articolo 71, comma 6, del D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59.
    Precisa, altresì, che l'attività di somministrazione in parola non è dotata di ingresso autonomo e che l'accesso alla sala videolottery è consentito esclusivamente ai maggiori d'età come da vigenti disposizioni in materia.
  5. La risoluzione n. 34181 del 9 febbraio 2016 reca una serie di chiarimenti in merito alla corretta applicazione dell'Intesa sancita in sede di Conferenza Unificata in data 5 luglio 2012 recante criteri per l'assegnazione dei posteggi sulle aree pubbliche.
  6. La risoluzione n. 37870 del 12 febbraio 2016 reca alcuni chiarimenti in merito ai soggetti e alle modalità di effettuazione dei controlli antimafia ai fini dell'accesso e dell' esercizio delle attività commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande.
  7. La risoluzione n. 103398 del 14 aprile 2016 reca chiarimenti in materia di requisiti professionali per il commercio al dettaglio di generi alimentari e per la somministrazione di alimenti e bevande, nello specifico se possa considerarsi in possesso del requisito professionale un soggetto che ha svolto, per due anni nell'ultimo quinquennio, un'attività lavorativa in qualità di direttore di locale cinematografico con inquadramento al IV livello del CCNL per i dipendenti degli esercizi cinematografici e cinema teatrali, stante la circostanza che presso la sala cinematografica è presente l'attività di somministrazione di alimenti e bevande annessa all'attività principale di sala cinema.
  8. Per scaricare il testo delle nuove risoluzioni ministeriali clicca qui

Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS