Venerdì 27 novembre 2009

Cndcec, precisazioni su scudo fiscale e antiriciclaggio

a cura di: eDotto S.r.l.
Il Gruppo di lavoro sull’antiriciclaggio del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili ha diffuso, in data 26 novembre 2009, un documento dal titolo “Scudo fiscale, disciplina antiriciclaggio e adempimenti dei professionisti”. Nel documento vengono individuati gli obblighi antiriciclaggio in caso di emersione di attivita' detenute all’estero, sottolineando che, attraverso l’impropria tecnica del rinvio normativo, vengono richiamati i soli intermediari, mentre ora la normativa si riferisce anche ai professionisti (art. 12, D.Lgs. n. 231/2007). Vengono, poi, sciolti i dubbi anche “sull’estensibilita' dell’estinzione del reato a favore di coloro che hanno concorso al reato tributario, per esempio i consulenti”. Nello specifico, i Commercialisti evidenziano come l’obbligo dei professionisti che vengono contattati per l’emersione - previsto con il decreto n. 78/2009 sullo scudo-ter - di fare le dovute verifiche, di registrare i dati dei contribuenti scudati e di conservarli appaia del tutto “fuori luogo” dato che questi “sono adempimenti gia' assolti dall’intermediario”; inoltre, gli stessi “non possono essere in nessun caso strumentali all’individuazione di un’operazione della quale la legge non richiede piu' segnalazione”. Infine, si ribadisce che l’obbligo di segnalare le operazioni sospette scompare se i fondi “scudati” provengono da reati per i quali il legislatore ha previsto l’estinzione con l’emersione. Il problema piu' grande per i professionisti sorge nel momento in cui il cliente decide di non aderire piu' allo scudo fiscale. In tal caso, la segnalazione antiriciclaggio andrebbe fatta, ma a quel punto il professionista non e' piu' in grado di verificare la realizzazione dell’emersione, perche' il cliente si e' rivolto ad un intermediario. Pertanto, “in capo ai professionisti difficilmente potra' ravvisarsi una violazione delle norme in tema di segnalazione di operazioni sospette”.
Fonte: http://www.cndcec.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web