Venerdì 4 luglio 2014

Canone speciale RAI: quali gli ambiti di applicazione?

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
A fronte della nuova campagna della Rai per il pagamento del ‘canone speciale’ per le imprese iscritte in Camera di Commercio, ci si chiede quale sia effettivamente l’ambito di applicazione dell’obbligo di corrispondere il suddetto canone.

La televisione di stato, in quest’ultima campagna, pone l’accento sugli ‘impianti di videosorveglianza’ che, qualora incorporino apparecchiature riceventi il segnale televisivo, darebbero luogo all’obbligo di corrispondere il canone stesso.

Il Ministero per lo Sviluppo Economico, si legge in un articolo pubblicato sul sito della CGIA di Mestre, “ha già fornito elementi esplicativi all’Agenzia delle Entrate in merito alla definizione di apparecchi assoggettabili al pagamento del canone RAI, precisando che questo si applica al solo servizio di radiodiffusione e non alle altre forme di diffusione su portanti fisici diversi come i tablet, gli smartphone ed i personal computer, cioè gli strumenti suscettibili di per sé, in linea di principio, di connessione alla rete internet e la RAI ha aderito al medesimo criterio di definizione”.

Cosa fare quindi per rispondere ad eventuali richieste di pagamento del ‘canone speciale’?

La CGIA di Mestre chiarisce che i titolari di impresa che non possiedono in azienda strumenti atti alla ricezione (apparecchi radiofonici, televisivi, decoder o videoregistratori) devono rispondere attraverso la cartolina preaffrancata, specificando nello spazio 'eventuali altre comunicazioni' di non essere tenuti al pagamento della tassa in quanto sprovvisti degli apparecchi ad essa soggetti.


Fonte: http://www.cgiamestre.com
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS