Martedì 12 luglio 2016

Al via la nuova carta di identita' elettronica - Due nuove circolari del Ministero dell'Interno sulle modalità di rilascio

a cura di: TuttoCamere.it

Tre provvedimenti ha recentemente interessato la nuova carta di identità elettronica (CIE): il decreto interministeriale 26 maggio 2016 e due circolari del Ministero dell'Interno.

1) E' stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 139 del 16 giugno 2016, il Decreto 25 maggio 2016, recante "Determinazione del corrispettivo a carico del richiedente la carta d'identità elettronica, ai sensi dell'art. 7-vicies quater del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, convertito, con modificazioni, dalla legge 31 marzo 2005, n. 43".

L'importo del corrispettivo da porre a carico dei richiedenti la carta d'identità elettronica, a titolo di rimborso delle spese di gestione sostenute dallo Stato, ivi comprese quelle relative alla consegna del documento, è stato determinato in euro 16,79 (euro 13,76 + IVA); a questo corrispettivo vanno poi aggiunti i diritti fissi e di segreteria (ove previsti), che restano nelle casse comunali quali introiti di propria spettanza.

2) Il Ministero dell'Interno ha poi emanato due circolari: la circolare n. 10 del 10 giugno 2016, Prot. 0001410, con la quale vengono fornite le prime indicazioni ai 199 Comuni scelti per rilasciare la Nuova Carta di Identità Elettronica, prevista dal D.L. n. 78 del 2015 e la circolare n. 11 del 4 luglio 2016, Prot. 0001538, con la quale vengono fornite ulteriori indicazioni in ordine all'emissione della nuova CIE.

Ricordiamo che l'art. 10, comma 3, del D.L. n. 78/2015 recante "Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali", convertito dalla L. n. 125/2015, ha abrogato la norma istitutiva del documento digitale unificato (DDU) ed ha introdotto la nuova Carta di Identità Elettronica (CIE) con funzioni di identificazione del cittadino. L'entrata in operatività della nuova Carta d'identità elettronica sostituisce la vecchia CIE di cui al decreto ministeriale 8 novembre 2007.

La circolare n. 10/2016, oltre a fornire le prime indicazioni ai Comuni scelti per rilasciare la Nuova Carta di Identità Elettronica (CIE), prevista dal D.L. n. 78 del 2015, riporta, all'Allegato 2, l'elenco dei 199 Comuni che, a decorrere dal 4 luglio 2016, inizieranno ad emettere la CIE.

Al fine di consentire l'emissione della CIE nei 199 Comuni individuati, l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (IPZS) ha dato incarico al proprio fornitore di installare le postazioni di lavoro in conformità al piano di avvio e di organizzare corsi di formazione per il personale addetto.
Previsto, a riguardo, un portale istituzionale delle CIE, all'interno del quale il cittadino troverà tutte le informazioni utili per la presentazione della domanda di rilascio della carta.

La circolare n. 11/2016 fornisce ulteriori indicazioni in ordine all'emissione della nuova CIE, con particolare riferimento al decreto del 25 maggio 2016 che ha determinato l'importo del corrispettivo per il rilascio della nuova Carta d'identità elettronica (CIE), fornendo ai Comuni direttive sulle modalità di riversamento dello stesso nelle casse dello Stato, da effettuare "entro il quindicesimo giorno e l'ultimo giorno lavorativo di ciascun mese".

A seguito del calendario previsto nella Circolare n. 10 del 2016, vi sono alcuni comuni che potranno continuare ad emettere la vecchia CIE anche dopo il 4 luglio e fino a quando non sarà operativa negli stessi comuni la nuova CIE.

In proposito, il Ministero ricorda che al rilascio della vecchia CIE si applica il decreto prezzi del 22 aprile 2008 che stabilisce il corrispettivo di 20,00 euro a ristoro delle spese statali.
In questa prima fase di avvio di emissione della nuova CIE, anche al fine di venire incontro alle esigenze rappresentate dai comuni, per evitare disservizi ai cittadini e consentire una adeguata campagna informativa su modalità e tempi di rilascio del nuovo documento, il Ministero dell'Interno ha ritenuto di non escludere, la possibilità di rilasciare in via temporanea anche la carta d'identità in formato cartaceo. Tuttavia, lo stesso Ministero raccomanda ai Comuni di adottare ogni utile iniziativa idonea ad assicurare il rilascio della nuova CIE in via prioritaria e prevalente, al fine di consentire la diffusione del nuovo documento d'identità, previsto dalla recente normativa, che presenta caratteristiche di elevata tecnologia in conformità agli standard europei.

Per un approfondimento dell'argomento e per  scaricare il testo dei tre provvedimenti citati clicca qui.
Per accedere al nuovo portale dedicato alla CIE clicca qui.
 


Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report