Lunedì 3 marzo 2003

UN GROVIGLIO DI CONDIZIONI PER IL CONIUGE DIVORZIATO

a cura di: AteneoWeb S.r.l.
Nei confronti del coniuge divorziato scatta il diritto alla pensione ai superstiti quando vi è che la morte del pensionato o dell'assicurato non sia anteriore al 12 marzo 1987; il coniuge divorziato superstite deve essere titolare di assegno di divorzio e non. Il passaggio a nuove nozze esclude il coniuge divorziato dal diritto alla pensione ai superstiti anche se, alla data del decesso dell'assicurato o del pensionato, il nuovo matrimonio risulti sciolto per morte del coniuge o per divorzio. Nell'ipotesi, invece, nella quale esista un coniuge superstite (è il caso dell'ex coniuge deceduto che si sia risposato dopo lo scioglimento del matrimonio) che possa far valere i requisiti della pensione di reversibilità, una quota della pensione e degli altri assegni spettanti viene attribuita con sentenza del Tribunale, considerando la durata del matrimonio, al coniuge divorziato sempre che titolare dell'assegno periodico (legge 74/1987). (Fonte: Il Sole 24 Ore)
Fonte: IL SOLE 24ORE
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Analisi di Bilancio Online - richiedi subito il tuo report