Giovedì 30 luglio 2009

Ultimi controlli in vista dei versamenti del 5 agosto

a cura di: eDotto S.r.l.
La proroga dei versamenti di Unico 2009 e' prevista per il prossimo 5 agosto per tutti quei contribuenti che esercitano attivita' economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore. Il differimento e' stato disposto dal Dpcm 4 giugno 2009 ed e' realizzabile attraverso il pagamento della maggiorazione dello 0,4%. Al prossimo appuntamento col Fisco, dunque, le societa' semplici, le societa' di persone ed i soggetti equiparati, nonche' le persone fisiche, saranno chiamate a versare l’Irpef e l’Irap nel caso in cui il pagamento non fosse stato effettuato nel corrente mese di luglio. Irpef ed Irap, in particolare, andranno pagate dai soggetti indicati o a saldo, con una maggiorazione dello 0,4%, oppure come prima rata sempre applicando la maggiorazione. Per il versamento, sia in un’unica soluzione, sia a rate, i contribuenti titolari di partita IVA sono obbligati al pagamento con la modalita' telematica e con il modello F24, mentre i non titolari di partita IVA possono avvalersi, sempre con il modello F24 , della trasmissione telematica oppure del pagamento presso gli uffici postali, gli istituti di credito ed i concessionari. In vista della sopra ricordata scadenza, i contribuenti si trovano, proprio in questi giorni, a fare i conti con le istruzioni rilasciate nel frattempo sull’argomento e sono, cosi', alle prese con assestamenti, verifiche e controlli. In particolare, la novita' che rispetto al passato richiede una maggiore attenzione e' quella che riguarda la disciplina relativa alle spese di rappresentanza e di vitto e alloggio. Il riferimento e' alle modifiche introdotte dalla Legge Finanziaria 2008 agli articoli 108 e 109 del Tuir, al decreto ministeriale del 19 novembre 2008 a alla piu' recente circolare dell’agenzia delle Entrate n. 34/E del 13 luglio, proprio in materia di modifiche al regime di deducibilita' dal reddito d’impresa delle spese di rappresentanza. Il quadro a disposizione dei contribuenti sembra ora quasi completo e impone alcuni approfondimenti soprattutto in relazione alla corretta applicazione delle spese di rappresentanza sia ai fini Iva che delle imposte dirette, e all’individuazione delle spese di vitto e alloggio. Le spese di rappresentanza, secondo le Entrate, sono deducibili solo se generano un ritorno economico a chi le sostiene, dunque, se sono coerenti con l’attivita' commerciale svolta. Il decreto 19/11/2008 ha fissato i criteri di inerenza e congruita', specificando che costituiscono spese di rappresentanza: le spese per viaggi turistici in occasione dei quali sono programmate attivita' promozionali; le spese per feste, ricevimenti ed eventi di intrattenimento organizzati in occasione di ricorrenze aziendali; le spese per feste organizzate in occasione di fiere ed eventi simili e le spese sostenute per convegni e seminari. Tali spese sono deducibili nel periodo d’imposta di sostenimento e sono commisurate all’ammontare dei ricavi provenienti dalla gestione dell’impresa e risultanti dalla dichiarazione dei redditi in misura pari ad alcune precise percentuali degli stessi ricavi (l’1,3% dei ricavi e altri proventi fino a euro 10 milioni; lo 0,5% dei ricavi e altri proventi per la parte eccedente euro 10 milioni e fino a 50 milioni; lo 0,1% dei ricavi e altri proventi per la parte eccedente euro 50 milioni). Per quanto riguarda le spese di vitto e alloggio, si rinvia alle modifiche introdotte dal Dl 112/2008, secondo il quale sono integralmente deducibili le spese sostenute dai dipendenti e dagli amministratori, mentre quelle sostenute dai soci di societa' di persone sono deducibili nella misura ridotta del 75%. Roberta Moscioni
Fonte: Il Sole 24 Ore, p. 30 – Unico alla verifica delle spese – Pellegrino e Valcarenghi
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Rottamazione cartelle esattoriali