Mercoledì 8 luglio 2015

Transfer pricing interno: sospetto, se non al normale valore di mercato

a cura di: FiscoOggi
Se le imprese realizzano attività infragruppo a prezzi molto differenti dalle indicazioni Omi, la presenza di un'operazione elusiva non può essere esclusa a priori.

In applicazione del principio generale del divieto di abuso del diritto, le operazioni di "transfer pricing domestico" tra società operanti in Italia possono dar luogo a fenomeni di elusione fiscale se non avvengono al valore normale di mercato previsto dall'articolo 9 del Tuir, che costituisce una vera e propria clausola antielusiva non solo nei rapporti internazionali di controllo, ma anche in analoghi rapporti di diritto interno.
Spetta al giudice di merito vagliare correttamente gli elementi forniti dall'Ufficio finanziario per dimostrare l'abuso del diritto e valutare se dall'operazione compiuta sia derivato un indebito vantaggio fiscale per il contribuente.
Così ha deciso la Corte di cassazione, con la sentenza n. 12844 del 22 giugno 2015.

La decisione
La controversia trae origine dal ricorso proposto dalla società contribuente avverso un avviso di accertamento Irpeg-Iva e Irap, accolto sia in primo che in secondo grado.
Contro la sentenza della Commissione tributaria regionale, che aveva sancito l'illegittimità dell'atto de qua, l'Agenzia delle Entrate proponeva ricorso in Cassazione.


Fonte: http://www.nuovofiscooggi.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS