Mercoledì 28 ottobre 2009

Sul sito delle Entrate disponibile il nuovo modello Iva/2010

a cura di: eDotto S.r.l.
Sul sito Internet dell’agenzia delle Entrate e' pubblicata la bozza della dichiarazione Iva/2010, con allegato un secondo documento che ne riepiloga le principali novita', in termini di struttura. Le piu' importanti del modello scaturiscono dalle numerose modifiche normative avute luogo nel 2009 e dall’esigenza di rivisitare un esemplare invariato da oramai parecchio tempo. L’anticipo con cui si e' resa disponibile la nuova versione e' voluto per consentire agli operatori di raccordarsi alle nuove regole in materia di compensazioni introdotte con il DL 78/09 (l’uso in compensazione dei crediti Iva superiori a 10mila euro potra' essere effettuato solo dal giorno 16 del mese successivo al quello di presentazione della dichiarazione annuale) e per effettuare cosi' gli opportuni confronti con il passato. Di seguito i piu' significativi cambiamenti prodotti al modello. Frontespizio. Sono stati soppressi i campi relativi alla residenza anagrafica per le persone fisiche e al domicilio fiscale per le persone giuridiche. L'obbligo di compilare questi campi rimane per i soggetti residenti all'estero. E' stato soppresso anche il campo "codice fiscale attribuito per la stabile organizzazione", destinato ai soggetti non residenti che operavano in Italia tramite stabile organizzazione o tramite identificazione diretta. La novita' di maggiore evidenza e' legata alle modifiche normative previste dal Dl 78/09 sulla compensazione del credito Iva annuale. A tale proposito, e' stato inserito un quadro riservato alla sottoscrizione della dichiarazione ad opera dell’organo di controllo contabile, requisito indispensabile per i soggetti che vogliono effettuare compensazioni Iva superiori a 15mila euro. Quadro VA. Il quadro che riporta i dati generali e quelli riepilogativi sulle attivita' svolte dal dichiarante si compone, ora, di due sezioni. In particolare, le informazioni riguardanti le operazioni attive vanno inserite esclusivamente nel quadro VE, mentre quelle relative alle operazioni passive nel quadro VF. All'interno del quadro VA, e' stato eliminato il rigo VA4, destinato ai contribuenti che versano trimestralmente l'imposta per le operazioni di subfornitura; il rigo VA7 e' stato collocato all’interno della nuova sezione 3 del quadro VF; il rigo VA42, riservato all’indicazione dei dati relativi all’adeguamento Iva studi di settore, e' soppresso poiche' il dato e' da riportare nell’ambito del modello Unico. Tanto nel quadro VE che nel VF e' stato previsto un nuovo campo, destinato ad accogliere le operazioni a esigibilita' differita previste dall’articolo 7 del Dl 185/08 (Iva per cassa). Il quadro VE si compone, oggi, di cinque sezioni e la nuova, la 5, e' costituita proprio dal rivo VE40, dove va indicato il totale delle operazioni attive effettuate (volume d’affari). Il quadro VG dello scorso anno e' soppresso e alcuni dei dati richiesti sono confluiti nel nuovo quadro VF del modello Iva/2010.
Fonte: http://www.agenziaentrate.gov.it
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS