Venerdì 19 giugno 2015

Split payment: via libera dalla Commissione UE ma con efficacia a tempo

a cura di: TuttoCamere.it
La Commissione europea ha autorizzato l'introduzione del meccanismo dello Split Payment, già operativo dal 1° gennaio 2015 per effetto della legge di stabilità 2015. Lo ha annunciato ieri la portavoce della Commissione UE in materia di servizi finanziari, Vanessa Mock. Con il meccanismo dello Split Payment - previsto dall'art. 1, comma 29, lettera b), della legge n. 190/2014 (Legge di Stabilità 2015), che ha introdotto il nuovo art. 17-ter, D.P.R. n. 633/1972 (operativo dal 1° gennaio 2015) - l'imposta relativa a cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuata nei confronti della Pubblica Amministrazione viene versata dagli enti stessi della P.A., secondo modalità e termini fissati con un apposito decreto del Ministero dell'Economia. Si tratta, nello specifico, di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti dello Stato, degli organi dello Stato ancorché dotati di personalità giuridica, degli enti pubblici territoriali, dei consorzi costituiti tra enti pubblici, delle Camere di Commercio, degli Istituti universitari, delle ASL, degli Enti ospedalieri, degli Enti pubblici di ricovero e cura aventi prevalente carattere scientifico e degli enti pubblici di assistenza e beneficenza e di quelli di previdenza. La norma è finalizzata a contrastare le frodi nel settore IVA. Come spiegato ieri dalla portavoce della Commissione UE in materia di servizi finanziari, il meccanismo avrà un efficacia temporalmente limitata e non potrà superare i tre anni previsti dalla direttiva 2006/112/CE del Consiglio 28 novembre 2006, relativa al sistema comune d'imposta sul valore aggiunto. Inoltre, per il via libera definitivo la misura deve ancora acquisire il parere favorevole del Consiglio UE.
Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS