Martedì 6 ottobre 2009

Soggetti non residenti con stabile organizzazione in Italia senza rappresentante fiscale

a cura di: eDotto S.r.l.
Con il Dl n. 135/2009, titolato “Disposizioni urgenti per l'attuazione di obblighi comunitari e per l'esecuzione di sentenze della Corte di giustizia delle Comunita' europee” - entrato in vigore lo scorso 26 settembre - sono state fissate alcune regole che consentono al nostro Paese di armonizzare la propria normativa con le disposizioni emerse da alcune sentenze della Corte di giustizia Ue e con le procedure di infrazione avviate nei confronti dello Stato italiano. Gli argomenti oggetto del decreto legge sono vari e spaziano dalla tutela del territorio alla scuola, dalla salute al lavoro, dalla giustizia al fisco. Riguardo proprio alla materia fiscale, la nuova norma rivede l’esatto comportamento ai fini Iva che deve essere assunto dai soggetti non residenti con stabile organizzazione in Italia. Scopo della disposizione e' quello di adeguare la normativa Iva alla sentenza 16 luglio 2009, resa nella causa C-244/08, nella quale l’Italia e' stata condannata dalla Corte Ue in quanto non aveva recepito correttamente gli indirizzi e le direttive comunitarie. Cosi', il nuovo articolo 11 del Dl 135/2009, interviene direttamente sulla normativa Iva e corregge l'articolo 17 del Dpr 633/1972. In base a quanto previsto ora, quindi, le imprese estere con stabile organizzazione in Italia non saranno piu' tenute all'identificazione diretta e alla nomina di un rappresentante fiscale residente. Sara', infatti, la stabile organizzazione (con sede italiana) a far fronte agli adempimenti fiscali nel nostro Paese. Di conseguenza, l’Iva eccedente potra' essere recuperata direttamente da tale struttura avvalendosi delle detrazioni in occasione delle liquidazioni periodiche. Non e' piu' consentita, quindi, l'adozione della procedura del rimborso diretto previsto dall’articolo 38-ter del Dpr 633/72. Percio', allineandosi agli indirizzi comunitari, l’imposta sugli acquisti effettuati dalla societa' non residente viene recuperata direttamente dalla stabile organizzazione con detrazione in sede di liquidazioni periodiche e della dichiarazione annuale, secondo quanto previsto dall’articolo 19. Viceversa, se la societa' non residente e' in attesa del rimborso richiesto al centro operativo di Pescara, essa vedra' respinta la propria istanza anche se sara' messa in condizione di poter recuperare quanto le spetta attraverso la stabile organizzazione. Per il principio del legittimo affidamento, se il rimborso e' stato gia' effettuato non sara' richiesta la restituzione.
Fonte: Il Sole 24 Ore, p. 33 – La stabile organizzazione perde il rappresentante - Portale
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS