Martedì 20 ottobre 2009

Serve chiarezza tra dottori commercialisti e ragionieri sulla previdenza

a cura di: eDotto S.r.l.
Dal 1° gennaio 2008 e' emersa una lacuna normativa che complica l’iscrizione all’ente previdenziale dei soggetti che confluiscono nell’albo unico (dottori commercialisti ed esperti contabili). Secondo Paolo Santarelli, presidente della Cassa dei ragionieri, la lettera che il ministero del Lavoro ha inviato alla Cassa dei dottori commercialisti, in data 29 settembre, non e' chiara ed e' stata oggetto di erronee interpretazioni. Per i commercialisti, infatti, la base di iscrizione alla Cassa continua ad essere la legge n. 81/2006, mentre per i ragionieri si e' venuto a creare un problema di interpretazione, per cui si richiede maggiore chiarezza. Per Santarelli, il decreto legislativo 139/2005, nel costituire l’Albo unico, ha soppresso gli Ordini di ragionieri e dottori commercialisti e, di conseguenza, i relativi albi. Per tali ragioni, sembra non corretta l’interpretazione della Cassa dei dottori commercialisti che hanno continuato a fare nuove iscrizioni alla loro Cassa sulla base della sopraccitata legge, che prevede l’obbligo di iscrizione alla Cassa dei dottori commercialisti per tutti gli iscritti agli albi che esercitano la professione. Santarelli si rivolge cosi' agli Ordini territoriali, alla Cassa dei dottori commercialisti e al ministero del Lavoro.
Fonte: Il Sole 24 Ore, p. 39 – Casse di previdenza ai ferri corti - Micardi
Altri utenti hanno acquistato

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS

X Attiva subito il tuo sito web