Giovedì 14 gennaio 2016

Sede dell'imprenditore individuale e luogo di svolgimento dell'attivita' - Chiarimenti dal Ministero dello Sviluppo Economico

a cura di: TuttoCamere.it
Nel caso delle imprese individuali che svolgono la propria attività senza l'imprescindibile necessità di appositi locali (es. agente di commercio), la sede dell'impresa individuale può coincidere con la residenza del titolare, anche se non necessariamente deve coincidere con la residenza del titolare.

Sono stati questi i chiarimenti arrivati dal Ministero dello Sviluppo Economico, con il Parere del 14 gennaio 2013, Prot. 0005095, emesso in risposta ad un quesito posto da una Camera di Commercio che, nella coincidenza tra sede dell'impresa e residenza, vedeva il possibile sorgere di perplessità soprattutto in relazione ad altre normative che riguardano l'IMU, l'occupazione di suolo pubblico, ecc.

Alla luce del delimitato ambito dei controlli che, ai sensi dell'art. 11 del D.P.R. n. 581/1995, l'ufficio del Registro delle imprese è tenuto a svolgere sulle istanze di iscrizione, nel caso di imprese individuali, mancando un "atto costitutivo", deve ritenersi per buono quello che l'imprenditore indica in sede di iscrizione dell'impresa nel Registro delle imprese.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con il Parere del 28 dicembre 2015, Prot. 283970, torna, in qualche modo sull'argomento per fornire chiarimenti in relazione alla sede principale e secondaria di impresa individuale e risponde al quesito: "L'impresa in questione ha sede in un comune, così come dichiarato anche all'Agenzia delle entrate, ma ha iniziato l'attività presso un'unità locale posta in diversa provincia. Può detta impresa individuale mantenere la sede nel comune sopra indicato?".

Ad avviso del Ministero, circa la problematica sottoposta, è che non sussistano controindicazioni a procedere nel senso prospettato da codesto Intermediario e, cioè, a fissare la sede in un Comune e l'esercizio dell'attività in una unità locale posta in una diversa Provincia.

Nell'intendimento del legislatore del codice civile del 1942, infatti, la sede dell'impresa è "il centro dell'attività direttiva, amministrativa, organizzativa dell'impresa e di coordinamento dei fattori produttivi".

La sede dell'impresa non coincide, pertanto, necessariamente, con il luogo in cui avviene lo scambio o la produzione di beni o servizi ma, piuttosto, con il luogo dove viene svolta l'attività di organizzazione dei fattori produttivi (capitale, lavoro) volta all'ottenimento di un prodotto idoneo a soddisfare i bisogni dei consumatori.

Tale "centro" potrà, in molti casi, coincidere con il luogo in cui concretamente viene svolta l'attività produttiva, di scambio, ecc.; ma ciò non è obbligatorio: l'imprenditore potrà, ad esempio per esigenze organizzative, avere la necessità (oppure, ritenere opportuno) di collocare la propria sede in un luogo non coincidente con quello in cui viene concretamente svolta l'attività di produzione o di scambio (tipico il caso delle imprese che indicano la propria sede presso lo studio professionale che ne cura gli adempimenti amministrativi, fiscali, ecc.); e nulla vieta che tali luoghi siano posti in province diverse (rientrando nella competenza, pertanto, di uffici del Registro delle imprese diversi).

In tale ultimo caso, al fine di ottemperare agli adempimenti previsti dalla disciplina in materia di pubblicità legale d'impresa, il titolare dell'impresa in questione sarà tenuto sia ad iscrivere la sede "principale" presso l'ufficio del Registro delle imprese della competente Camera di Commercio, sia a denunciare l'avvio dell'attività presso una diversa localizzazione (posta, nella fattispecie, in una diversa provincia).
 
Per scaricare il testo del Parere ministeriale clicca qui.
Fonte: http://www.tuttocamere.it
DOCUMENTI IN EVIDENZA:

Altre notizie

tutte le notizie

AteneoWeb s.r.l.

AteneoWeb.com - AteneoWeb.info

Via Gregorio X, 46 - 29121 Piacenza - Italy
staff@ateneoweb.com

C.f. e p.iva 01316560331
Iscritta al Registro Imprese di Piacenza al n. 01316560331
Capitale sociale 20.000,00 € i.v.
Periodico telematico Reg. Tribunale di Piacenza n. 587 del 20/02/2003
Direttore responsabile: Riccardo Albanesi

Progetto, sviluppo software, grafica: AI Consulting S.r.l.
SEGUICI

Social network

Canali informativi

Canali RSS